rotate-mobile
Politica

Compostaggio dell’umido a Mili, se ne discute con Lega e Prima l'Italia

Circa cinquecento persone all'Hotel Europa di Pistunina hanno partecipato alla riunione dopo la protesta del comitato "Amo il mio paese"

Secco no all’impianto di compostaggio dell’umido che dovrebbe nascere nella zona di Mili, per sopperire all’ormai noto malfunzionamento del depuratore. Circa cinquecento persone all'Hotel Europa di Pistunina hanno partecipato alla riunione promossa dai partiti Lega e Prima l’Italia. 

La salute prima di tutto e il rispetto dell’ambiente in un territorio già martoriato sono alla base del coro di voci sollevate dagli abitanti del villaggio Moleti e delle zone limitrofe che, riuniti nel comitato “Amo il mio Paese”, sono scesi in campo per chiede tutela.

Presenti all'evento il senatore Nino Germanà, il deputato Giuseppe Laccoto, il vicepresidente della Regione Siciliana Luca Sammartino ma anche il deputato Valeria Sudano l'assessore del comune di Giardini Naxos Ivano Cantello, il sindaco di Furci Matteo Francilia ed altri amministratore e sindaci di altri comuni dell'hinterland, i consiglieri comunali Cantello Rotondo Restuccia Cantofanti e Villari.

Oltra dire no al malfunzionamento dell'impianto di depurazione di mili ed alla realizzazione dell'impianto di compostaggio dell'umido il vice presidente della Regione Luca Sammartino si è soffermato a parlare del ponte sullo stretto e alla riqualificazione dell'area ex Sanderson.

Si parla di

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Compostaggio dell’umido a Mili, se ne discute con Lega e Prima l'Italia

MessinaToday è in caricamento