rotate-mobile
Lunedì, 8 Agosto 2022
Politica

Confronto Basile-candidati: "Apertura alla persona, non al movimento politico"

Ribadita dai quattro esponenti sconfitti alle elezioni amministrative la disponibilità a dialogare ma al tempo testo è netta la distanza con i modi di Cateno De Luca. Le dichiarazioni

Un’ora e mezzo di incontro, faccia a faccia, lontano dalle tensioni di una campagna elettorale nel corso della quale – per la verità – i toni non sono mai stati alzati oltre il dovuto. Basile ha chiamato nella sede istituzionale del Comune di Messina gli altri quattro candidati per un confronto sui temi d’attualità della città. Si è parlato, soprattutto, di metodo. 

“Mi è sembrato un atto naturale e normale dopo quattro mesi di campagna elettorale – ha detto Basile (nel video) - Ho spiegato le mie intenzioni, sono un uomo del dialogo al di là del dibattito che ci sarà in consiglio comunale. Il mio ragionamento è quello di continuare su una linea di dialogo da tenere aperta nell’interesse della città”.

Nella discussione è entrata anche la componente “De Luca”. “I toni di Cateno De Luca sono quelli di un leader di un partito regionale che ha voglia di essere presente anche nella competizione regionale. Il sindaco del Comune di Messina oggi è Federico Basile, all'interno di questo contenitore di Sicilia Vera che ha visto un successo importante, e il mio operato vuole dare voce spazio alla città e quindi al di là di quelle che possono essere le polemiche politiche credo di averlo dimostrato. Parlare e dialogare può solo essere un fattore positivo per Messina”. 

“Che siano state evitate retoriche sul bene della città è stato positivo – ha detto Gino Sturniolo - Federico ci ha invitato con molto garbo e noi abbiamo risposto. Dal punto di vista istituzionale ha vinto ed è giusto che amministri. Adesso deve scegliere un registro, vediamo se sarà quello del garbo e dello scontro anche aspro ma rispettoso dei ruoli o quello del bastone. Vediamo se riuscirà ad emanciparsi dal modo di fare deluchiano”.

“Basile – ha aggiunto Croce - crede realmente di poter costruire un rapporto garbato ed istituzionale. È nel suo stile. Gli abbiamo ribadito fiducia e stima nei suoi confronti, certo anche la difficoltà ad interloquire dal punto politico. In campagna elettorale non sono stati mai alzati i toni. Rispetto per Basile, ma nei confronti del movimento politico che lo sostiene ci sarà opposizione”.

Croce ha poi annunciato che accetterà e svolgerà il ruolo di consigliere comunale.  

“Si è parlato della possibilità di apertura anche se veniamo da mondi diversi – ha frenato Franco De Domenico - Almeno da parte nostra è stato ribadito che oggi non ci sono le condizioni per un’apertura di carattere politico”. 

“Abbiamo discusso in piena franchezza ed è stata la cosa più bella – ha concluso Salvatore Totaro - ognuno di noi esprime una parte della società, c’è chi mette in campo la politica e chi i valori sociali. Questo atto è stato una grande apertura di Federico Basile che dovrà scrollarsi di una zavorra che lo appesantisce”. 

Si parla di

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Confronto Basile-candidati: "Apertura alla persona, non al movimento politico"

MessinaToday è in caricamento