Martedì, 19 Ottobre 2021
Politica

Recesso dalla fondazione TaoArte e Messina Social City, i temi caldi in consiglio comunale

Nuova sessione consiliare oggi alle 15. Da discutere anche la costituzione della società in house providing “Messina Patrimonio spa”

Diciotto proposte deliberative, due interrogazioni e tre ordini del giorno. Dal recesso unilaterale alla fondazione Taormina Arte a seguito della traspormazione del Comitato Taormina Arte alla ratifica del contratto di servizio tra Comune e azienda speciale Messina Social City.

Tanti i temi caldi da affrontare oggi, lunedì 20, alle ore 15, in Consiglio comunale che si riunirà per l’avvio di una nuova sessione consiliare. Da discutere anche la costituzione della società in house providing denominata “Messina Patrimonio spa”, ai sensi dell’art. 4 comma 3 del decreto legislativo 175/2016; l’istituzione del registro anagrafico dei richiedenti asilo; l’approvazione del regolamento comunale del bilancio partecipativo; il regolamento per l’accesso e la partecipazione al costo delle prestazioni sociali agevolate in applicazione del DPCM 5 dicembre 2013 n. 159.

In consiglio anche la variazione delle priorità delle aree da risanare giusta delibera 10/C del 17/01/1994 e successive “Case D’Arrigo”; l’approvazione del regolamento per la tutela del benessere degli animali e la loro convivenza con i cittadini; l’estensione della garanzia fidejussoria ex art. 207 TUEL presso l’Istituto per il Credito Sportivo mutuo società bocciofila “Le Vittorie” per la realizzazione del bocciodromo Torre Faro; l’istituzione del regolamento comunale sulla Bigenitorialità; l’approvazione del regolamento comunale per la gestione del servizio di vigilanza ambientale sul territorio; e l’approvazione dello schema di convenzione per la concessione in gestione degli stadi comunali Franco Scoglio e Giovanni Celeste.

Le due interrogazioni interessano la sicurezza della strada Panoramica dello Stretto e i lavori sul viale Regina Elena. I tre ordini del giorno sono altrettante mozioni consiliari per impegnare l’Amministrazione comunale in tema di ottemperanza all’art. 13 del decreto legislativo 113/2018 convertito in legge n. 132/2018 sulla residenza anagrafica degli stranieri, su disposizioni urgenti in materia di sicurezza della città e sulla chiusura di radio radicale.

Si parla di
Sullo stesso argomento

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Recesso dalla fondazione TaoArte e Messina Social City, i temi caldi in consiglio comunale

MessinaToday è in caricamento