Giovedì, 21 Ottobre 2021
Politica

In 136 fuggono dalla Cisl, al Comune Saro Contestabile aderisce alla Fiadel Csa

Dopo 35 anni nel sindacato confederale, l'aziendale di Palazzo Zanca passa agli autonomi vicini al sindaco De Luca portandosi dietro più di un centinaio di impiegati. Come Clara Crocè. Ma con motivazioni differenti

Dopo Clara Crocè, ex Funzione Pubblica Cgil, anche Saro Contestabile della Funzione Pubblica Cisl lascia i confederali per aderire alla Fiadel Csa, l'organizzazione che ha sposato in pieno la linea del sindaco Cateno De Luca. Da circa 35 anni alla Cisl Contestabile domani consegnerà le dimissioni alla segreteria messinese guidata da Tonino Genovese in disaccordo - come dice - con la linea del reggente della federazione cislina Gigi Caracausi.

"Purtroppo sono costretto ad abbandonare la Cisl perché non c'erano le condizioni di vivibilità all'interno di questo sindacato - dichiara Contestabile - non si poteva più stare, la Fiadel Csa è stata l'unica a metterci nelle condizioni di poter stare accanto ai lavoratori". Con Contestabile - secondo quanto riferito - transiteranno al Csa 136 impiegati e a sentire i numeri forniti dall'ormai ex Cisl il Csa diventerà il primo sindacato al Comune di Messina seguito da Cgil, Uil e poi Cisl. Nelle scorse settimane ma per aver seguito la linea del primo cittadino non condivisa dalla Cgil era stata la Crocé a dimettersi dalla Camera del Lavoro per aderire al Csa. 

Si parla di

In Evidenza

Potrebbe interessarti

In 136 fuggono dalla Cisl, al Comune Saro Contestabile aderisce alla Fiadel Csa

MessinaToday è in caricamento