menu camera rotate-device rotate-mobile facebook telegram twitter whatsapp apple googleplay

Cresce il numero delle famiglie che non arriva più a fine mese, Miccichè: "Variamo ddl contro povertà"

A lanciare l'Sos è stata la comunità di Sant’Egidio: "Con l'emergenza sanitaria si sono moltiplicate le domande di aiuto, che sono, sempre più spesso, domande di cibo". Appello rilanciato dal presidente dell'Ars, che chiama a raccolta tutte le forze politiche e incassa il "sì" dei centristi e del Pd

Emergenza Covid e chiusure a singhiozzo delle attività commerciali piegano l'economia e aumenta, anche in Sicilia, il numero dei cittadini che non riesce più a fare quadrare i conti.

A lanciare l'allarme è la comunità di Sant’Egidio: "In queste settimane sta emergendo una delle conseguenze più drammatiche della pandemia: l’aumento della povertà. Si sono moltiplicate, infatti, le domande di aiuto, che sono, sempre più spesso, domande di cibo". Un Sos raccolto dal presidente dell'Ars, Gianfranco Miccichè, che si è detto pronto a varare un ddl anti povertà.

"Dopo avere letto con interesse ed emozione l’appello che stamattina Emiliano Abramo della Comunità di S. Egidio ha rivolto all’Assemblea Regionale Siciliana per individuare un mezzo di contrasto alla povertà che in Sicilia sta aumentando a ritmo galoppante a causa del Covid - ha spiegato Miccichè - ho convenuto con i capigruppo di tutti i partiti dell’Assemblea di organizzare il prossimo martedì una riunione in cui valuteremo di presentare una proposta di legge che possa andare nella direzione richiesta da Abramo”. 

Il ddl sembra essere anche una via per ricompattare il Parlamento regionale, assai litigioso negli ultimi mesi. "Chiederò all’assessore alla Famiglia - ha chiarito Miccichè - di essere presente perché anche il Governo possa partecipare e condividere le decisioni che verranno prese. Una legge di contrasto alla povertà dovrà essere sentita e voluta da tutti con una sola bandiera da fare sventolare: quella della solidarietà”.

Il primo sì a Miccichè arriva dai centristi. "Plaudiamo all’iniziativa del presidente di convocare una conferenza dei capigruppo per affrontare il tema del contrasto alla crescente povertà in Sicilia - si legge in una nota congiunta di Nicola D’Agostino (Italia Viva), Decio Terrana (Udc), Massimo Dell’Utri (Cantiere Popolare) e Angelo Bellina (Idea Sicilia) - Con la Carta dei Valori avevamo già voluto richiamare, come nostro primo dovere e come nostra prima proposta, la necessità di un disegno di legge che aiutasse i più bisognosi ad avere certezza di un pasto caldo e di un letto, sostenendo le associazioni del terzo settore già impegnate da anni in silenzio e spesso con pochi mezzi economici. Una snella proposta di legge è già stata predisposta dai deputati centristi (Italia Viva, Udc, Cantiere Popolare ed Idea Sicilia) che si richiamano alla Carta dei Valori. Potrà essere un punto di partenza per i lavori dell’Assemblea".

A stretto giro, ecco la disponibilità anche dei democratici. "Raccogliamo l'invito del presidente dell'Ars, il gruppo Pd è pronto a valutare e sostenere la proposta del responsabile della Comunità di Sant'Egidio Emiliano Abramo", conferma il capogruppo Giuseppe Lupo. 

Argomenti
Condividi
In Evidenza
Ultime di Oggi
Potrebbe interessarti
In primo piano
Torna su

Canali

MessinaToday è in caricamento