Politica Centro / Viale della Libertà

Coronavirus, De Luca "occupa" gli imbarchi privati: "Aspetto lo Stato, pronto a bloccare tutto"

La clamorosa protesta del sindaco alla rada San Francesco contro l'arrivo in Sicilia di auto

Il sindaco De Luca durante la protesta agli imbarchi privati

In corso nelle aree degli imbarchi privati concessi dal governo nazionale alla Caronte & Tourist la protesta del sindaco De Luca contro nuovi arrivi di auto e passeggeri dopo quanto accaduto la notte scorsa.

VIVEO | Musumeci: “Sullo Stretto situazione tornata alla normalità”

Con lui anche il presidente del Consiglio comunale Claudio Cardile e gli assessori Massimo Minutoli, Dafne Musolino, Salvatore Mondello, Pippo Scattareggia, Alessandra Calafiore ed Enzo Trimarchi. 

Urla di incitamento da alcuni balconi per il primo cittadino che intende fermare l'uscita dei mezzi previsti alle 22 in ingresso a Messina. 

"Sono pronto a blindare Messina - ha detto - e intanto aspetto lo Stato. Lo faccio per tutelare l'Italia intera. Inutili le norme se non si conosce il territorio". 

Su 28 auto sbarcate, 3 vetture sono state bloccate 

Alle 22.30 dalla nave Archimede sono sbarcate 28 auto. Dieci persone (divise su tre vetture) sono state denunciate dalla polizia municipale per irregolarità nell'autocertificazione. De Luca: "Per me sono in stato di fermo"

(In aggiornamento) 

Si parla di
Sullo stesso argomento

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Coronavirus, De Luca "occupa" gli imbarchi privati: "Aspetto lo Stato, pronto a bloccare tutto"

MessinaToday è in caricamento