Domenica, 25 Luglio 2021
Politica

Cosap esentato per tutto il 2020, Interdonato scrive alla Soprintendente

La giunta municipale recepisce le indicazioni del Consiglio comunale per cancellare i pagamenti sull'occupazione suolo. Ma per il vicepresidente dell'Aula occorre un protocollo d'intesa per far sortire gli effetti sperati

Protesta contro il pagamento Cosap

Canone di occupazione suolo esentato nel Comune capoluogo fino al 31 dicembre. L'amministrazione De Luca ha approvato su delibera la richiesta delle associazioni di categoria e di diciannove consiglieri comunali per venire incontro alle esigenze dei commercianti. La giunta municipale, per tutto il 2020, consentirà ai negozianti che vogliano occupare il suolo pubblico di non pagare. Il vicepresidente del Consiglio comunale Nino Interdonato afferma: "Il 22 maggio inviavo alla Giunta Comunale una nota a firma di 19 Consiglieri Comunali dove chiedevamo e suggerivamo l’adozione urgente di provvedimenti straordinari. Il 27 maggio i suggerimenti sono stati recepiti e attuati con delibera di giunta. Questa si chiama sinergia tra istituzioni! Ovviamente senza protocollo di intesa per gli arredi nel Centro storico gli effetti saranno marginali". Interdonato fa riferimento alle spese a carico dei negozianti per l'organizzazione e al parere della Sovrintendenza ai Beni Culturali dopo 120 giorni. Tutti gli assessori erano presenti alla seduta ad eccezione del sindaco Cateno De Luca, assente.  

Interdonato ha anche scritto alla Soprintendente Mirella Vinci: "Il tempo dei tavoli tecnici si è concluso, oggi, dopo 9 mesi dall’inizio delle nostre interlocuzioni, è tempo di andare oltre, è il tempo di mettere in campo gli atti amministrativi necessari per aiutare le attività commerciali della nostra città ed in particolare del Centro storico.  Sono certo che gli approfondimenti adoperati dagli uffici che Lei dirige, nel corso di questi lunghi mesi, saranno messi ufficialmente a conoscenza del Consiglio Comunale e della Giunta Municipale, la settimana prossima in modo tale da potere procedere, successivamente, alla sottoscrizione del tanto atteso protocollo di intesa tra il Comune di Messina e la Soprintendenza in relazione alle linee guida per l’arredo esterno dei locali commerciali a carattere permanente, nelle aree a valenza storicomonumentale, strumento opportuno al fine di esentare le stesse attività commerciali dall’obbligo di un Suo parere espresso, riducendo notevolmente i tempi complessivi dell’iter amministrativo in essere tra il Comune di Messina e la locale Soprintendenza". Interdonato ha fissato la data ultima del 6 giugno. 
 

 
 
 

Si parla di
Sullo stesso argomento

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Cosap esentato per tutto il 2020, Interdonato scrive alla Soprintendente

MessinaToday è in caricamento