rotate-mobile
Politica

Riforma del 118, Picciolo a spada tratta sul Ddl: “Ma quale poltronificio? Governance all'Asp per coordinare bene il servizio”

Il leader di Sicilia Futura risponde alle contestazioni dell'associazione di anestesisti. “Accettiamo anche le critiche purché siano costruttive. Occorre cambiare per migliorare”

“Il Ddl presentato da Sicilia Futura per riformare il 118, non prevede spese per poltronifici. Basterebbe leggere il testo. Prevede, invece,, in accordo con le sentenze della Cassazione di merito, la possibilità solo su base volontaria dei Medici della Emergenza di passare alla dirigenza previo una prova di esame, se hanno 5 anni di anzianità”. 

Non si è fatta attendere la replica del segretario regionale di Sicilia Futura dopo le contestazioni mosse da Emanuele Scarpuzza, presidente di Aaroi-Emac Sicilia, l’associazione degli anestesisti, alle proposte presentate dagli onorevoli Tamajo e D’Agostino di Sicilia Futura per la riorganizzazione del servizio di Emergenza-urgenza.

Beppe Picciolo-3Secondo Scarpuzza il Ddl toglierebbe la gestione delle Centrali operative agli attuali presidi ospedalieri per affidarli all’Asp “cancellando 30 anni di esperienza” e non fa riferimento non fa nessun riferimento ai medici anestesisti rianimatori e dell’Emergenza-urgenza, punti di riferimento del servizio, neanche per la gestione delle centrali operative.

Picciolo però chiarisce: “Accettiamo anche le critiche purché siano costruttive. Non vi è dubbio che certi interventi (tipo Elisoccorso) sono e saranno di pertinenza degli anestesisti con retribuzione ad incentivo (cioè extra stipendio) come sono adesso. La competenza è competenza, e nessuno la tocca. Ma non vi è dubbio alcuno che il sistema a tre teste, come è oggi, non funziona e vada riformato seriamente. Basta chiedere al personale massacrato di turni e non adeguatamente remunerato e garantito o ai medici dei pronto soccorsi”. 

Ma sulla governance alle Asp, Picciolo non indietreggia: “ E’ il minimo per rendere coordinato il Sistema Emergenza al Territorio”, mentre sul ruolo degli anestesisti precisa: “E dove c’è scritto che il capo della Unità non possa essere un Anestesista? Credo, però, che oggi ci sia una tale carenza di bravi anestesisti in sala operatoria che sperare che si trovi una folla che voglia salire alla dipendenza su una autoambulanza… sia una utopia! Cambiare per migliorare, questo sì non è una utopia, ma una necessità. Senza difendere l’indifendibile”.

Leggi qui la proposta di legge in Pdf

Allegati

Sullo stesso argomento

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Riforma del 118, Picciolo a spada tratta sul Ddl: “Ma quale poltronificio? Governance all'Asp per coordinare bene il servizio”

MessinaToday è in caricamento