Politica

"Nessuna parola sul decentramento", Cacciotto accusa l'assessore Currò

Dopo la conferenza stampa sui due anni di attività della giunta Basile il presidente del Terzo Quartiere non ha peli sulla lingua

Nessuna parola sul decentramento. Il presidente del III Quartiere Cacciotto è critico con la giunta Basile che ha illustrato i due anni di attività e definisce imbarazzante non avere speso nessuna parola sul decentramento da parte dell'assessore Currò. 

Due anni di amministrazione Basile

"Eppure la prima delibera esitata dalla Giunta Comunale era stata addirittura quella di indirizzo sulla creazione della settima Municipalità. Come se bastasse aumentare il numero delle Municipalità per risolvere le cose - segnala Cacciotto - una delega, quella al decentramento, che per il primo anno è stata trattenuta dal Sindaco e che da quasi un anno è stata attribuita a un nuovo componente della Giunta.  Capisco e comprendo che il primo cittadino non poteva, per tutti i delicati e molteplici impegni legati al ruolo, spendersi per un rilancio delle Municipalità ma è incomprensibile che chi è tenuto a curare i rapporti con le Municipalità e farle "funzionare" sempre meglio, sia desaparecidos. Ne consegue che le cose sono due: o l'Amministrazione vuole, in continuità con la precedente, "negare" un ruolo democraticamente e normativamente riconosciuto, oppure - continua il presidente della circoscrizione - bisogna cambiare qualche cosa, come attribuire la delega al decentramento a chi eventualmente voglia occuparsene portando risultati. Non tiene più neppure la carenza di personale perché nonostante le assunzioni, molte Municipalità non hanno beneficiato di alcuna nuova unità di lavoro e anzi sono state "azzoppate". Non c'è altro da aggiungere parla semplicemente la conferenza stampa di oggi". 

Si parla di

In Evidenza

Potrebbe interessarti

"Nessuna parola sul decentramento", Cacciotto accusa l'assessore Currò
MessinaToday è in caricamento