Depuratore di Tono, il sindaco annuncia lo sblocco di fondi e opere: l'iter era in corso

Nell'ottobre scorso il commissario per la depurazione aveva pubblicato l'avviso per gli espropri, oggi il primo cittadino afferma che la procedura era ferma da anni e che tutti dormivano. Il presidente Amam Puccio spiega cosa successo da ottobre a oggi

La riunione di oggi sul depuratore di Tono

Il sindaco De Luca annuncia lo sblocco di oltre 40 milioni di euro per i lavori del nuovo depuratore a Tono. “Prima di questa amministrazione tutti dormivano, a danno dei messinesi” - dichiara il sindaco al tavolo del commissario unico per la depurazione. Ma c'è da dire che lo stesso commissario, nell'ottobre scorso, aveva già pubblicato gli avvisi per gli espropri e dunque rassicurando sul fatto che i lavori si sarebbero realizzati visto che i cittadini interessati devono liberare le aree. Il presidente dell'Amam, Salvo Puccio, vuole precisare: "Corretto dire che l'iter degli espropri è già partito ma oggi è stata una riunione decisiva per la valutazione ambientale perché altrimenti sarebbe trascorso un altro anno e mezzo mentre adesso abbiamo certezza sui tempi di avvio degli interventi, l'incontro con il commissario è stato determinante in questo senso". 

Depuratore di Tono, pubblicato l'avviso per gli espropri

Presso la sede del Commissario Unico per la Depurazione di Palermo, alla presenza del sindaco, Cateno de Luca, del vicesindaco Salvatore Mondello, del Presidente di Amam Salvo Puccio, del Rup del progetto Cecilia Corrao, del dirigente del servizio urbanistico varianti del Dipartimento Urbanistica Daniela Grifo, Cosimo Cammaroto per la Città Metropolitana di Messina, ( si legge nella nota dell''ufficio stampa del sindaco) si è tenuta la conferenza dei servizi per prendere atto della progettazione esecutiva per la realizzazione del depuratore di Tono, e dei collettori di adduzione, che finalmente completeranno la depurazione per la Città di Messina anche nella zona nord. Le opere, finanziate nel 2013 da una delibera Cipe per 40 milioni di euro, vedevano il Comune di Messina beneficiario delle risorse. Purtroppo, per lentezze burocratiche e omissioni tecnico-amministrative, ne hanno determinato il commissariamento da parte del Commissario per la Depurazione nel 2015.


“Stiamo già definendo i contorni di una storia che ha dell'incredibile – afferma invece De Luca – con un finanziamento che poteva già da anni mitigare gli impatti della mancata depurazione ed interrompere l'incremento giornaliero della sanzione che ogni giorno, a partire dal luglio 2012, viene sommata ed inflitta ai cittadini messinesi per la mancata collettazione e depurazione dei reflui per circa 40 mila abitanti equivalenti”. “Da un calcolo di massima – aggiunge il primo Cittadino – essendo trascorsi 2.630 giorni, calcolando la sanzione si può tranquillamente dichiarare che 2740 giorni X 0.053 (per ogni abitante per ogni giorno) € X 40.000 = euro 5.808.800,00 sino alla data odierna saranno a carico dei messinesi.

La conferenza di oggi, sollecitata ed ottenuta da questa amministrazione, ha messo un punto alla progettazione definendo la non necessarietà di procedure ambientali sulla localizzazione mentre è tutto pronto per la Valutazione d'impatto ambientale che verrà pubblicata a fine dicembre. Si potrà quindi avviare la conferenza dei servizi per l'approvazione della progettazione esecutiva e procedere con l'appalto dei lavori”. “Abbiamo anche stilato un cronoprogramma - conclude il sindaco - che prevede 5 mesi per la VIA, 2 mesi per l'approvazione del progetto e 6 per l'aggiudicazione dei lavori; la durata dei lavori è di 18 mesi circa; nel 2021, quindi, si aprirà il cantiere. Definito anche un protocollo tra il Comune di Messina ed il Commissario che prevede l'avvalimento di personale del Comune di Messina per la fase di esproprio e, sopratutto, per la fase di direzione dei lavori risparmiando tempo per le relative fasi di affidamento dei servizi. Quando c'è la buona volontà di tutti gli obiettivi si raggiungono in tempi più brevi. Ringrazio tutti ma diffido gli uffici preposti per evitare di perdere altro tempo”.

Devi disattivare ad-block per riprodurre il video.
Play
Replay
Play Replay Pausa
Disattiva audio Disattiva audio Disattiva audio Attiva audio
Indietro di 10 secondi
Avanti di 10 secondi
Spot
Attiva schermo intero Disattiva schermo intero
Skip
Il video non può essere riprodotto: riprova più tardi.
Attendi solo un istante...
Forse potrebbe interessarti...

In Evidenza

Potrebbe interessarti

I più letti della settimana

  • Brigata Aosta nello sconforto per la morte del militare, indagini a tutto campo a Capo d'Orlando

  • Tragedia sfiorata in via Jaci, soccorso un uomo che ha tentato il suicidio

  • Coronavirus, salgono ancora i nuovi casi in Sicilia: otto a Messina

  • Omicidio o suicidio a Capo d'Orlando? Muore 48enne messinese con un coltello in corpo: vana la corsa in ospedale

  • Nuovo ricovero per coronavirus al Policlinico, una cinquantenne in arrivo da Patti: due impiegati in isolamento

  • Roccalumera piange Angelica, sconfitta dal tumore a soli 18 anni

Torna su
Devi disattivare ad-block per riprodurre il video.
Play
Replay
Play Replay Pausa
Disattiva audio Disattiva audio Disattiva audio Attiva audio
Indietro di 10 secondi
Avanti di 10 secondi
Spot
Attiva schermo intero Disattiva schermo intero
Skip
Il video non può essere riprodotto: riprova più tardi.
Attendi solo un istante...
Forse potrebbe interessarti...
MessinaToday è in caricamento