rotate-mobile
Giovedì, 18 Agosto 2022
Politica

Elezioni, De Luca il più votato tra i consiglieri: ottimi risultati per De Leo, Giannetto e Minutoli

A una trentina di sezioni dalla fine l'ex sindaco ha il primato delle preferenze per il nuovo Consiglio comunale.Tra i delusi exploit dell'ex vicepresidente del Consiglio Nino Interdonato che non basta per la riconferma

C'è chi ha superato pure le mille preferenze non strappando il seggio in Consiglio comunale e chi tra le liste di Sicilia Vera con la metà dei voti riuscirà a far parte dell'aula. E' il bello o il peggio dei numeri. A poche sezioni dalla chiusura definitiva dei voti, 222 sezioni su 253, l'analisi voto per voto dei singoli candidati riserva molte sorprese.

Nel Pd ad esempio conferma la sua forza da mille voti Felice Calabrò che fu candidato sindaco senza successo nel 2013 ma che oggi è uno dei decani di Palazzo Zanca. Anche Antonella Russo, con oltre 880 voti, non è da meno mentre Salvatore Sentimentale, il successore dell'ex presidente del Consiglio Claudio Cardile, non ha i numeri in questa consultazione favorevole a Sicilia Vera. Nella Franco De Domenico sindaco la sorpresa si chiama Concetta Buonocore testa a testa con gli uscenti: l'ex centrodestra Giovanni Caruso e il Pd Alessandro Russo. Gira sul centinaio di preferenze Sandro Penna, presidente di Millevetrine. 

Nei cinquestelle la deputata regionale Valentina Zafarana non va oltre le mille preferenze (era vicesindaco designato di De Domenico) come l'uscente consigliere Andrea Argento (altro assessore designato di centrosinistra). In coalizione civica, composta anche da accorintiani, sotto i 500 voti l'ex consigliere Maurizio Rella e l'ex assessore Federico Alagna. 

Consiglio comunale, la ripartizione dei seggi

Il candidato sindaco di Messina in Comune Gino Sturniolo che era anche candidato al Consiglio comunale supera il centinaio di voti singoli. Fa meglio Salvatore Totaro, altro candidato sindaco, che per la lista in Consiglio è oltre i 200. 

Tra le liste di Sicilia Vera Silvano Arbuse di Amo Messina (ex assessore) è intorno ai 300 voti, l'avvocato Vincenzo La Cava sui 400 ma la lista è sotto il 5%.  Nella Basile sindaco, in testa a tutte e che strapperà undici seggi, l'uscente consigliere Alessandro De Leo è vicino alle 1.300 preferenze ed è tallonato dalla collega Serena Giannetto. Molto bene anche l'assessore Massimo Minutoli con più di 1200 voti personali.

In Prima l'Italia Nino Germanà (solo omonimo del deputato nazionale) supera il centinaio di voti. L'ex presidente del III Quartiere Lino Cucè non ha cifre da elezione al Comune. 

In Con De Luca per Basile sindaco la parte del leone la fa Cateno De Luca, il più votato con 1526 voti. Meno di un centinaio di preferenze per Ismaele La Verdera di Mai più baracche che punta al parlamento regionale. Più di 300 voti per la sindacalista Clara Crocè nella lista Insieme per il Lavoro fuori dalla distribuzione dei seggi. 

Nel centrodestra in Ora Sicilia la più votata è Federica Vaccarino, figlia dell'uscente Benedetto, che va oltre i 1100 voti. 

In Forza Italia sotto 500 Pippo Capurro che dovrà rimandare il ritorno in Consiglio. Nell'Udc ottimo risultato personale per l'ex vicepresidente del Consiglio Nino Interdonato con oltre 1100 voti ma niente rielezione. In Fratelli d'Italia sul migliaio di preferenze Libero Gioveni, pronto alla riconferma, e Dario Carbone. 


 

Si parla di
Sullo stesso argomento

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Elezioni, De Luca il più votato tra i consiglieri: ottimi risultati per De Leo, Giannetto e Minutoli

MessinaToday è in caricamento