rotate-mobile
Mercoledì, 6 Luglio 2022
Elezioni regionali 2022

Regionali, De Luca lancia bordate al centrodestra e al centrosinistra: "Mi vogliono 'mascariare'"

L'annuncio nel corso della conferenza stampa di presentazione della candidatura dell'imprenditore antiracket di Casteldaccia Gianluca Calì. L'ex sindaco di Messina: "Io candidato nel centrodestra? E' un'operazione di depistaggio

Il leader di Sicilia Vera Cateno De Luca, candidato alla presidenza della Regione Siciliana, schiera anche l'imprenditore palermitano antiracket Gianluca Calì in vista delle prossime Regionali. L'ufficializzazione della candidatura è avvenuta oggi, durante una conferenza stampa convocata a piazza Indipendenza a Palermo. Accanto a De Luca, anche Ismaele La Vardera, l'ex Iena ora portavoce di Sicilia Vera. 

Con l'inseparabile lanterna, l'ex sindaco di Messina ha lanciato un paio di bordate agli schieramenti di centrodestra e centrosinistra: "Circola una velina di mascariamento che accetterei la candidatura nel centrodestra. Smentisco radicalmente, è un'operazione di depistaggio. Sicilia Vera non c'entra niente con questa politica degli scambisti. Questa è un'operazione che è stata messa in atto per un motivo semplice: sta crollando il centrodestra, ma sta crollando anche una parte del M5S e del Pd perché la candidatura di Caterina Chinnici, voluta da Raffaele Lombardo d'intesa con Anthony Barbagallo, non va giù a molti".  

Gianluca Calì, imprenditore di Casteldaccia, racconta di essere rimasto in Sicilia malgrado gli attentati subito. "I mafiosi - racconta - volevano che pagassi il pizzo, li ho denunciati, li ho fatti arrestare e condannare". La decisione di candiarsi è arrivata per dimostrrare di "essere una risorsa enorme a disposizione degli altri. Non dobbiamo avere paura di denunciare la mafia e chi denuncia non deve avere nulla da perdere. Sono il primo e unico imprenditore - conclude Calì - a cui è stato affidato un bene sequestrato alla mafia, ma non posso essere un caso isolato". 

Calì è presidente dell’associazione racket, usura e vittime di mafia. Lo ricorda il portavoce di Sicilia Vera Ismaele La Vardera, che saluta così l’ingresso dell’imprenditore: "Noi vogliamo che Gianluca lavori al nostro fianco dando le sue idee da imprenditore. La scelta di candidare Calì, che ha avuto un avvicinamento con il M5S, rappresenta la trasversalità del nostro movimento. A noi importa mettere nelle nostre liste persone che hanno storie come la sua. La vera società civile di cui tanto si parla ma che, quando bisogna farla diventare protagonista, non si fa. Mentre la politica litiga al suo interno, fanno fatica ad approvare il bilancio, noi abbiamo già le idee chiare sugli uomini e le donne che devono rappresentarci". Sicilia Vera presenterà i candidati della Sicilia Occidentale sabato al teatro Golden.

Si parla di

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Regionali, De Luca lancia bordate al centrodestra e al centrosinistra: "Mi vogliono 'mascariare'"

MessinaToday è in caricamento