rotate-mobile
Domenica, 2 Ottobre 2022
Politica

Elezioni regionali, accordo tra Genovese e Mpa: Calderone accusa Armao

La campagna elettorale entra nel vivo, Ora Sicilia sigla l'intesa con l'ex governatore Lombardo a sostegno del candidato presidente Schifani. De Luca inizia il secondo ciclo di conferenze

Ora Sicilia, il soggetto politico nato nell’estate nel 2019, converge all’interno del Movimento per l’Autonomia. Ad annunciarlo è Luigi Genovese, pronto a lanciare la sua candidatura all’Assemblea Regionale Siciliana: "Diventa realtà quella che definisco una “sintesi naturale” con un movimento, quello fondato oltre 15 anni fa dall’ex presidente della Regione Siciliana, Raffaele Lombardo, con il quale Ora Sicilia condivide principi fondativi e una prospettiva che mira a radicare e a rafforzare la rappresentanza politica di matrice autonomista. Questa condivisione di obiettivi e ideali è risultata determinante per spingermi a far convergere Ora Sicilia all’interno della galassia autonomista di cui l’Mpa, ad oggi, è l’interprete politico con maggiore tradizione e radicamento sul territorio siciliano.

"Sono convinto che Ora Sicilia - continua Genovese - affermatasi per la seconda tornata elettorale consecutiva come prima forza del centrodestra a Messina, potrà apportare un grande contributo al Movimento per l’Autonomia e contestualmente saprà arricchirsi attingendo dall’esperienza quasi ventennale maturata dall’Mpa e dai suoi protagonisti, a partire dal capo politico del movimento, Roberto Di Mauro, con cui in queste settimane abbiamo avviato un dialogo sempre più fitto e verso cui nutro una sincera stima maturata nel corso della recente legislatura condivisa all’Ars".

Mpa fa parte del centrodestra e dunque andrà a sostenere il candidato presidente Renato Schifani.

Il deputato regionale, infine, si proietta sulla campagna elettorale in corso: "Le elezioni regionali rappresenteranno il primo atto di questo progetto. Sosterremo con determinazione la candidatura di Renato Schifani, motivati dalla piena consapevolezza della statura, umana e politica, di un profilo che saprà governare al meglio la Sicilia in un momento storico particolarmente complesso ma ricco di irripetibili opportunità".

“Che trasformista Gaetano Armao ad accettare la proposta del Terzo Polo che lo ha designato candidato alla Presidenza della Regione. Armao però, prima di accettare la candidatura, non ha avuto la sensibilità di dimettersi da Vicepresidente e Assessore regionale. Gli ricordo infatti che tali cariche, le ha ricevute essendo stato designato da Forza Italia. Negli ultimi cinque anni, con totale ingratitudine ha ricoperto il doppio incarico grazie alla generosità del Presidente Berlusconi, senza mai essersi misurato con il giudizio insindacabile degli elettori. Di fatto non è mai stato eletto, neanche come consigliere di quartiere. Un vero camaleonte della politica, che pretende di rappresentare i siciliani saltando da una poltrona all’altra o da uno steccato politico all’altro, con una spiazzante disinvoltura - afferma il capogruppo di Forza Italia all’Ars Tommaso Calderone. 

Cateno De Luca, candidato presidente di Sicilia Vera, comincia invece il secondo ciclo di conferenze stampa di presentazione dei candidati delle altre liste a supporto di “Sud chiama Nord” che ha già illustrato i dieci “comandamenti” programmatici sulla base dei quali verrà sviluppata la proposta di governo.

Le conferenze stampa di martedì 16 agosto sono in programma alle 9,30 a Messina al ritrovo Fellini di piazza Duomo e alle 13 a Caltanissetta al bar Tritone in piazza Garibaldi.

Sullo stesso argomento

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Elezioni regionali, accordo tra Genovese e Mpa: Calderone accusa Armao

MessinaToday è in caricamento