rotate-mobile
Martedì, 24 Maggio 2022
Politica

Elezioni, si stringe il cerchio sulle candidature: il Centrodestra ha scelto Maurizio Croce

Il dirigente della Regione, già assessore al Territorio e ambiente, è l’uomo che avrebbe messo d’accordo tutti, anche Forza Italia. Domani riunione del Centrosinistra per decidere il nome

È il momento delle scelte. Le ore in cui si decideranno i nomi dei candidati a sindaco. Centrodestra e centrosinistra hanno la consapevolezza che non si può andare oltre questa settimana e quindi sono pronti a fare sintesi così da dare il via anche alla campagna elettorale. Il centrodestra sembra ormai avere accontonato l’ipotesi che possa essere Matilde Siracusano la candidata comune per la poltrona di Palazzo Zanca. La parlamentare di Forza Italia avrebbe manifestato alcune perplessità ma anche altre anime della stessa coalizione non erano proprio convinte di volersi giocare tutte le carte sulla scelta che avrebbe fatto Gianfranco Miccichè nell’ambito dei giochi di equilibrio politico regionali. E allora, ecco la soluzione che avrebbe messo tutti d’accordo: si chiama Maurizio Croce, dirigente della Regione che è stato anche assessore regionale al territorio ed all’ambiente. Un tecnico ma anche un politico che sarebbe gradito a Italia Viva e Sicilia Futura ed avrebbe messo tutti d’accordo.

M5Stelle, Angela Raffa fuori dal coro candida a sindaco Mimmo Sorrenti: "Si guardi oltre l'orticello del proprio partito"

Così resterebbe, adesso, solo il Centrosinistra a dover prendere una decisione. Domani è in programma una nuova riunione tra tutti i rappresentanti dei partiti che compongono la coalizione. Il nome più gettonato è quello della deputata regionale Valentina Zafarana, reduce da due mandati all’Ars, reputata da tutti con la giusta esperienza e capacità per poter reggere il confronto in una campagna elettorale che si preannuncia dura ed intensa. Ma anche in grado di sapere affrontare, eventualmente, anche il peso della fascia tricolore. Nel Pd, però, c’è chi non ha ancora spento le speranze di potersi candidare. Da Felice Calabrò ai due Russo (Alessandro ed Antonella), ma anche la corrente Navarra che avrebbe indicato alcuni nomi di tecnici legati al mondo universitario. Nei giorni scorsi, come ha raccontato anche MessinaToday, è stato “avvicinato” il costituzionalista Michele Ainis che, però, non ha sciolto le sue riserve. Le stesse di quattro anni fa. 

Sullo stesso argomento

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Elezioni, si stringe il cerchio sulle candidature: il Centrodestra ha scelto Maurizio Croce

MessinaToday è in caricamento