rotate-mobile
Giovedì, 26 Maggio 2022
Politica

Elezione nuovo sindaco, il centrodestra cerca il nome giusto

Tra fughe in avanti e primi incontri i partiti della coalizione tracciano il percorso verso la campagna elettorale. Forza Italia pensa a Siracusano, Fdi vuole il dialogo

Serve il profilo giusto per non fallire l'opportunità data dalle dimissioni di De Luca. Lo sanno bene i partiti politici che hanno iniziato, seppur a piccoli passi, il cammino che porterà alle prossime amministrative. La corsa alla poltrona più importante di Palazzo Zanca è appena iniziata. Il primo acuto lo ha fatto proprio De Luca buttando nella mischia Federico Basile, fresco di dimissioni da direttore generale, e candidato ufficialmente a vestire la fascia tricolore. Ma c'è chi pensa che possa essere solo un bluff, per smuovere le acque e confondere gli avversari, e crede che De Luca possa cambiare in corsa nel decidere il suo potenziale erede. Ma lo stesso ex sindaco ieri mattina, durante la trasferta palermitana, ha smentito categoricamente una simile strategia.

Intanto, qualcosa si muove anche nel centrodestra. I più attivi sono i deputati messinesi all'Ars. Da un lato c'è Bernadette Grasso che esce allo scoperto e si dice pronta a proporre la carta con il nome di Matilde Siracusano. A suo dire quello della parlamentare sarebbe il giusto compromesso: "Conosce i problemi della città e si è sempre battuta per le istanze locali". 

Dall'altro c'è la prudenza di Fratelli d'Italia. Il partito di Giorgia Meloni conosce bene quanto sia importante riflettere sul nome giusto. Ecco perché la deputata regionale Elvira Amata punta al dialogo. "Le dimissioni del sindaco di Messina Cateno De Luca - spiega - impongono alla coalizione di centrodestra di avviare immediatamente un dialogo per elaborare un programma che possa essere adottato dal candidato sindaco da individuare con una riflessione e un confronto tra alleati". Lo dice Elvira Amata, capogruppo di Fratelli d'Italia all'Ars. "Sono d'accordo che alla nostra città serva un nome autorevole, che dia fiducia e freschezza, ma per arrivare al nome - aggiunge Amata - è utile condividere un percorso tra le forze di una coalizione che soltanto se unita e coesa potrà esprimere certamente il prossimo sindaco della terza città siciliana. Il confronto leale e franco tra partiti dello stesso schieramento ritengo che debba essere il primo momento indifferibile e sono certa che le forze di centrodestra accoglieranno con senso di responsabilità il mio appello che ha lo scopo di unire per costruire insieme il dopo De Luca".

Sullo stesso argomento

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Elezione nuovo sindaco, il centrodestra cerca il nome giusto

MessinaToday è in caricamento