Politica

Europee, prendono forma i movimenti verso il centro: De Luca relatore a San Patrignano

Accolto l'invito di Patrizia Moratti: "Lavoriamo per l'equità territoriale. Sarà un ulteriore occasione per  confermare che il progetto Sud chiama Nord si contraddistingue anche per la sua inclusività"

Prendono forma i movimenti verso il centro in vista delle elezioni Europee del 2024. Cateno De Luca, ex sindaco di Messina e leader di 'Sud chiama nord' è stato invitato come relatore agli Stati generali di Letizia Moratti, che si terranno il 26 marzo a San Patrignano.

Lo apprende l'Adnkronos da fonti del Partito di De Luca che nei giorni scorsi ha annunciato l’impegno per mettere insieme “un progetto di valorizzazione di esperienze civiche, movimenti presenti in tutta Italia partendo dalla esperienza che abbiamo fatto prima a Messina e poi in ambito regionale”.

Un modus operandi già sperimentato alle ultime Politiche che “ha portato per la prima volta alla affermazione in modo compiuto di un progetto civico con le elezioni al parlamento nazionale con propri rappresentanti che non ha alcun riscontro in quella che è un po’ la storia elettorale".

Il tema lanciato è quello della equità territoriale. “Chi è d’accordo con noi e quindi non con chi porta avanti i concetti dell’autonomia differenziata, si può trovare insieme a noi nella creazione di una piattaforma - sottolinea De Luca- di una federazione che valorizzi le esperienze locali e lo trasformi in un nuovo modello politico. Il primo banco di prova saranno le europee del 2024".

"L’assemblea costituente – spiega l’ex sindaco di Messina - si chiuderà ad ottobre. Ai nastri di partenza dei trentacinque movimenti che sono intervenuti c’erano fra gli altri il portavoce di Letizia Moratti, Vittorio Sgarbi ha mandato il suo video, piuttosto che il segretario del Partito Repubblicano o il rappresentante di Italia dei Valori ed altri partiti nazionali che oggi sono fuori dagli schieramenti". "Questa vuole essere - evidenzia ancora De Luca- una estensione nazionale del progetto ‘Sud chiama Nord’ e poi si vedrà come sarà la denominazione completa".

Intanto fissa gli obiettivi: “Il primo obiettivo che si prefigge Sud chiama Nord – spiega - è quello di far cessare una guerra tra poveri strumentalmente innescata dalla Lega Nord con l’eresia dell’autonomia differenziata di Calderoli che rischia di rappresentare una terza fase, la fase della non repubblica della travagliata storia politica italiana già segnata dalla cosiddetta prima repubblica e dalla successiva e attuale fase della “repubblica delle iperbole”.

Con l’Assemblea costituente di Sud chiama Nord del 3 e 4 marzo scorso si è aperta dunque una fase di confronto con esperienze civiche e movimenti politici nazionali che condividono il comune denominatore dell’equità territoriale “essendo consapevoli che la perdita di competitività del Sistema Italia e delle regioni del Nord sono ascrivibili a un problema strutturale eccessivamente centralista dello Stato piuttosto che al divario socioeconomico ed infrastrutturale nord-sud che comunque esiste e va risolto”.

I potenziali elettori? “Sono rappresentati da quel 60% di italiani che non esercitano più il diritto-dovere di voto perché fortemente nauseati dall’attuale sistema politico contrassegnato da lobby mascherate da pseudo partiti ormai abituati a carpire il consenso estremizzando tematiche delicate come i migranti ed il divario sud-nord, piuttosto che fornire soluzioni attuabili alle crescenti criticità che stanno facendo saltare il sistema Italia”. 

De Luca avrà modo avrà modo di esplicitare ulteriormente il suo pensiero a San Patrignano il prossimo 26 marzo a cui è stato invitato, insieme con i rappresentanti di decine di altre liste civiche espressione dei territori. 

“Sarà un ulteriore occasione – conclude - per  confermare che il progetto Sud chiama Nord si contraddistingue anche per la sua inclusività e disponibilità ad evolversi per raggiungere gli ambiziosi obiettivi che si prefigge e che non possono essere messi in discussione con personalismi ed ostracismi o presunte alleanze per la conquista di facili poltrone”.

Si parla di

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Europee, prendono forma i movimenti verso il centro: De Luca relatore a San Patrignano
MessinaToday è in caricamento