rotate-mobile
Politica

Europee, Forza Italia esulta: l'assessore Tamajo è mister preferenze

In Sicilia gli azzurri davanti a Fdi, partito della premier Meloni. Il coordinatore regionale Marcello Caruso: "Dati oltre le nostre previsioni, premiato il lavoro del governo regionale e del presidente Schifani". Barbera: "Siamo il secondo partito in provincia di Messina"

Edy Tamajo si conferma big delle preferenze in Sicilia con circa 120 mila voti in questa tornata di elezioni Europee. Vince la sfida interna alla lista di Forza Italia-Noi moderati nella circoscrizione Isole, con un distacco al momento di 20 mila voti su Marco Falcone; solo terza la capolista Caterina Chinnici, su cui aveva puntato Antonio Tajani. Mentre Massimo Dell’Utri, su cui sono confluiti anche i voti della Dc di Totò Cuffaro, è quarto.

Grande festa nel quartier generale di Tamajo, nella borgata marinara di Mondello, a Palermo.

«Questo successo è il frutto del duro lavoro, della dedizione e del sostegno dei nostri elettori. Grazie a tutti voi, oggi celebriamo una vittoria che rappresenta non solo un riconoscimento del nostro impegno, ma anche un nuovo inizio per il futuro della nostra comunità», dice Tamajo.

L’assessore alle Attività produttive, molto vicino al governatore Renato Schifani, si aggiudica dunque il duello col collega di giunta e di partito Falcone, delfino di Maurizio Gasparri in Sicilia.

"Desidero ringraziare di cuore tutti i cittadini che hanno scelto di supportarmi in questa tornata elettorale. Questo straordinario risultato non è solo una vittoria personale, ma rappresenta il riconoscimento di un lavoro di squadra e dell'impegno condiviso per il bene della nostra regione. Sono onorato e profondamente grato per la fiducia che mi avete accordato," ha dichiarato Tamajo ribadendo il suo impegno a continuare a lavorare con trasparenza, dedizione e vicinanza ai cittadini: "La vostra fiducia mi carica di responsabilità, e intendo onorarla con un'azione politica concreta ed efficace. La Sicilia merita il meglio, e insieme possiamo costruire un futuro migliore per tutti. Un grazie sincero a tutti coloro che hanno lavorato instancabilmente al mio fianco. Questo risultato è anche vostro."

In Sicilia gli azzurri si sono piazzati davanti a Fdi, partito della premier Meloni. Il coordinatore regionale Marcello Caruso: "Quello raggiunto oggi è un risultato dal grande significato politico a livello regionale: una conferma dell'apprezzamento dei siciliani per il lavoro svolto dal governo regionale e dal presidente Renato Schifani ed un invito ad andare avanti sulla strada tracciata. Ed è un risultato di valenza nazionale, che vede la Sicilia prima regione per percentuale di consensi a Forza Italia, ben oltre il doppio della media nazionale, nel solco storico che ha visto questa regione dare sempre una grande risposta di consenso e consensi".

Soddisfatto per il risultato complessivo anche Marco Falcone: "I dati in via di definizione dicono che sono il terzo candidato più votato d’Italia nella lista di Forza Italia. Abbiamo potuto contare sull’affetto e sul massiccio sostegno del popolo azzurro di Sicilia e Sardegna - dice l'assessore regionale all'Economia - maturando un risultato che va oltre le più rosee aspettative. L'entusiasmo dell’elettorato azzurro, in tutta l’Italia Insulare in maniera omogenea, si è canalizzato sul mio nome attraverso quasi 100 mila preferenze".

Barbera: “In provincia di Messina siamo il secondo partito”.

Un risultato che entusiasma anche a Messina e la provincia dove Fi risulta secondo partito. “I risultati delle elezioni europee certificano la straordinaria affermazione di Forza Italia e l’ottimo stato di salute che il partito ha in Sicilia e nella provincia di Messina, con una buonissima affermazione anche in città”. Così, il coordinatore cittadino degli azzurri, Antonio Barbera, commenta i numeri che premiano il partito guidato da Antonio Tajani.

“In Italia siamo la seconda forza della coalizione di centrodestra e in Sicilia primo partito”, osserva Barbera. “I numeri usciti dalle urne, riguardanti la provincia di Messina – aggiunge – avvalorano la nostra presenza sul territorio, contrariamente a quanto pensava qualcuno. Siamo il secondo partito in provincia e in città sfioriamo il 13 per cento.  Soddisfatti, anche, per l’importante risultato di Bernadette Grasso che è tra le più votate dei candidati messinesi”. 

“Forza Italia – conclude il segretario cittadino – è stata premiata dagli elettori che vedono nel nostro partito il grande attrattore per i moderati, ruolo che ricopre sempre più anche nell’Isola e nella nostra provincia. È stata premiata la politica moderata, del dialogo, del confronto e del buon senso, quella preferita anche dal mondo imprenditoriale e da chi ogni giorno lavora per questo Paese”.

articolo modificato alle 11.15 del 10 giugno 2024// aggiunte dichiarazioni Barbera

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Europee, Forza Italia esulta: l'assessore Tamajo è mister preferenze

MessinaToday è in caricamento