rotate-mobile
Venerdì, 1 Luglio 2022
Politica

Basile al lavoro dopo la festa in piazza per il compleanno e l'elezione: primo vertice con la giunta

Ieri sera gli applausi in piazza Unione Europea. De Luca lancia un messaggio chiaro agli assessori riconfermati: “Nessuno si senta arrivato, devono lavorare come prima, più di prima, altrimenti saranno sostituiti”

“45 anni più 45 per cento”. Un numero da festeggiare in piazza Unione Europea per ill neo sindaco Federico Basile che ha condiviso i festeggiamenti per il compleanno e la sua elezione con la città e i tanti messinesi che lo hanno raggiunto per rendere omaggio.

Sul palco anche il leader di Sicilia Vera, Cateno De Luca, il deputato all’Ars Danilo Lo Giudice, il portavoce di Sicilia Vera Ismaele La Vardera, il deputato i Prima l’Italia Nino Germanà e l’europarlamentare Dino Giarruso e il presidente di Sicilia Vera Giuseppe Lombardo che ha aperto l’incontro dal palco ricordando i risultati elettorali di Sicilia Vera non solo a Messina ma anche in tanti comuni della provincia come Pagliara, Santa Teresa di Riva, Fiumedinisi, a Francavilla, a Itala….

Ma l’orgoglio di appartenere alla squadra lo hanno espresso le due ex Iene Dino Giarrurro e Ismaele La Vardera che ha ringraziato messinesi per aver “fatto un capolavoro” perché dalla città “è partita la rivoluzione, una tappa fondamentale per dare una spallata alla vecchia classe politica fatta da dinosauri”.

Poi è toccato a Basile ringraziare la città a tre giorni dalla proclamazione. “Io sono uno di voi, vivo come voi”, ha detto Basile che ha raccontato l’emozione di vivere i suoi primi impegni da primo cittadino, dalla processione di Sant’Antonio all’incontro con Mattarella.

“La presenza di oggi rinnova non l’elezione del sindaco ma l’esigenza di essere rappresentati da uno come voi – ha continuato parlando direttamente ai cittadini – questo grazie a De Luca che ha visto in me quello che molti non pensavano, una persona che potesse ascoltare e dare voce alle vostre esigenze e a quelle di una città che grazie a De Luca si è svegliata da un torpore lungo vent’anni”.

Basile ha poi spiegato il “fenomeno De Luca” nato dalla capacità di tornare a fare politica fra la gente. “Perché la politica non si fa chiusi nelle stanze - ha detto Basile – la politica è quella che abbiamo fatto noi e voi con Federico Basile. E’ quella che Cateno De Luca ha ripreso, fra le persone e i territori”.

A concludere la serata, proprio il leader di Sicilia Vera che si è detto ancora una volta sicuro del risultato che avrebbe conseguito alle elezioni comunali. “Ho visto che gli avversari erano caduti in una trappola micidiale, quella di lanciare alla città un referendum su Cateno De Luca. E’ stato il loro errore conclusivo. Quando ho visto che avevamo montano anche la macchina sparafango, ho detto ci siamo. Ero tranquillo sul risultato, non per presunzione ma perché i messinesi hanno fatto una scelta a giugno del 2018 e quella scelta ha portato dei risultati. E chi p quel cretino che rispetto a risultato incontestabile sceglie diversamente? Potevano fare interi comizi sul mio vocabolario e le modalità per affrontare questioni spinose ma sul merito è sempre fuggita”.

Ma i passaggi fondamentali del discorso di De Luca hanno interessato soprattutto le prossime tappe per conquistare ora non solo la Regione e con il movimento meridionalista affrontare anche le prossime politiche (27 giugno la presentazione ufficiale) e le verifiche in città anche sull’impegno dell’intera squadra con un messaggio chiaro agli assessori riconfermati: “Nessuno si senta arrivato – ha detto – con Federico abbiamo individuato un periodo di sei mesi… gli assessori devono lavorare come prima, più di prima, altrimenti saranno sostituiti”.

E proprio con la riunione di giunta comincia oggi la prima settimana da sindaco per Basile. Una squadra che dovrà sapersi adeguare. Lo ha detto a chiare lettere lo stesso De Luca ieri sul palco davanti al municipio: "Voglio dire alla mia giunta che oggi si ritrova al tuo fianco: siete stati riconfermati perchè avete fatto un buon lavoro ma questo non vi dà il diritto di pensare che quattro anni di buon lavoro con me fa scattare positioni di merito. Tu sei libero - ha detto poi rivolto a Basile - passata la fase di rodaggio, di valutare se ognuno di loro si è saputo adeguare al tuo metodo. Perchè ognuno ha il suo e le brutte imitazioni non portano mai buoni risultati. Da oggi il nuovo capitano è Federico Basile, che ha il suo metodo e la sua visione del Palazzo. E io sono certo che la città è oggi guidata dalla parte migliore di me".

Sullo stesso argomento

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Basile al lavoro dopo la festa in piazza per il compleanno e l'elezione: primo vertice con la giunta

MessinaToday è in caricamento