rotate-mobile
Politica

Fondazione "Messina per la Cultura", privati già in contatto telefonico con il sindaco

I compensi delle professionalità che lavoreranno saranno retribuiti, imprenditori interessati a collaborare con Comune e Città Metropolitana. Girano già i primi nomi...

Privati già bussano alla porte della neonata Fondazione "Messina per la Cultura": così ha detto il sindaco Basile quest'oggi a poche ore dalla nascita in Consiglio comunale del nuovo organismo di Palazzo Zanca. "Messina per la Cultura" si occuperà di aggregare tutti i comparti artistici della città, anche l'enogastronomia, e sviluppare le proprie competenze e le proprie eccellenze su Teatro, Cinema, Cultura, Musica e Turismo. Da indiscrezioni che non trovano al momento conferme ufficiali la società A2a che gestisce la centrale termoelettrica nel Milazzese potrebbe essere una delle aziende che andrebbero a far parte della Fondazione. 

"In questo momento la Fondazione nasce con il Comune e la Città Metropolitana - ha risposto Basile - ci sono state delle interlocuzioni con la precedente amministrazione, oggi che lo strumento è vivo sono convinto che ci saranno soggetti interessati come già mi sta capitando in queste ore telefonicamente, imprenditori vogliono capire quali sono gli strumenti con cui sviluppare insieme questo territorio".

Pd polemico sulla nascita della Fondazione

In aula sono state polemiche durante le votazioni. L'approvazione è passata con 14 favorevoli e sei contrari. Gli esponenti del Pd Antonella Russo e Felice Calabrò che avevano presentato emendamenti, non passati, per l'assegnazione degli incarichi della Fondazione a titolo gratuito e non oneroso hanno parlato di creazione di una nuova società partecipata comunale che graverà sulle spalle dei contribuenti messinesi come già visto durante la giunta De Luca nonostante in campagna elettorale si parlasse di taglio delle Partecipate. Il primo cittadino dice: "La Fondazione come avviene in tante altre città è un grande ombrello sotto cui gestire i vari comparti artistici, non saprei cosa rispondere ai consiglieri del Pd, fare polemica è semplice piuttosto che governare, le competenze professionali di chi lavora devono essere retribuite, non è uno strumento di spesa ma uno strumento che creerà opportunità di spesa per Messina". 
 

Si parla di
Sullo stesso argomento

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Fondazione "Messina per la Cultura", privati già in contatto telefonico con il sindaco

MessinaToday è in caricamento