Politica

Fondi ai disabili psichici, ok dall'Ars alla proposta dei pentastellati

Ogni Azienda sanitaria sarà tenuta a destinare lo 0,2 per cento delle somme in entrata nel proprio bilancio per finanziare progetti terapeutici per i più fragili. Soddisfatta la Zafarana: “Potranno realizzarsi i piani già sono stati avviati con evidenti benefici a Messina e Palermo”

"Ogni Azienda sanitaria provinciale sarà tenuta a destinare lo 0,2 per cento delle somme in entrata nel proprio bilancio per finanziare il 'budget di salute', ovvero progetti terapeutici individualizzati per la presa in carico comunitaria di persone con disabilità psichica. Un risultato che punta a dare maggiore dignità e assistenza ai nostri cittadini più deboli".

Lo comunica Valentina Zafarana, parlamentare M5s all'Ars, che ha portato avanti la proposta all'interno della sesta commissione (Salute) del Parlamento regionale, esitata oggi con parere positivo dall'Aula nel contesto della riscrittura del 'collegato' bis alla Finanziaria.

"Si tratta - spiega Zafarana - di interventi socio-sanitari per i disabili psichici, nell'ottica dello sviluppo dell'autonomia e dell'avviamento verso il mondo del lavoro. Si parte dalla presa in carico comunitaria della persona con disabilità e della famiglia, si punta sulle loro capacita' di autodeterminazione e sulla possibilità di personalizzare l'assistenza in base alle esigenze di salute, cura, riabilitazione, abitative, occupazionali e legate alla socialità. Potranno così trovare applicazione strutturale e concreta quei progetti che già sono stati avviati in via sperimentale e con evidenti benefici nelle Asp di Messina e Palermo - conclude -. Siamo particolarmente soddisfatti della determinazione dell'Aula che ha dato il via libera".

Si parla di
Sullo stesso argomento

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Fondi ai disabili psichici, ok dall'Ars alla proposta dei pentastellati

MessinaToday è in caricamento