Martedì, 26 Ottobre 2021
Politica Duomo / Via Giuseppe Garibaldi

Gettonopoli, trasmessa al Comune la sentenza: Crifò e Vaccarino verso la decadenza

Formalizzata alla presidenza del Consiglio la decisione della Suprema Corte, in Forza Italia pronti a subentrare Tamà e La Paglia

Notificata alla presidenza del Consiglio comunale tramite la Corte d'Appello di Messina la sentenza di Cassazione con le condanne degli esponenti politici coinvolti nel processo Gettonopoli. Già domani le valutazioni con la segreteria generale sulla decadenza degli unici consiglieri presenti in aula eletti nel 2018: Benedetto Vaccarino e Giovanna Crifò di Forza Italia che insieme agli altri ex colleghi risultano condannati in giudicato per le presenze "mordi e fuggi" nelle commissioni durante la precedente consiliatura.

Gettonopoli, la Cassazione rigetta i ricorsi 

Nel centrodestra - se le decadenze di Vaccarino e Crifò saranno ratificate - entreranno a far parte del Consiglio Sebastiano Tamà e Rita La Paglia primi dei non eletti nella lista azzurra che si era presentata alle comunali 2018. La Crifò alle amministrative ottenne 1.129 voti, Vaccarino 1.542, Tamà 751 preferenze e La Paglia 418 voti personali. Tamà e La Paglia erano stati immediatamente "allertati" dal partito per subentrare ai due decaduti dopo le notizie giunte dalla Cassazione. I lavori del Consiglio comunale al momento sono stati sospesi.

Si parla di
Sullo stesso argomento

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Gettonopoli, trasmessa al Comune la sentenza: Crifò e Vaccarino verso la decadenza

MessinaToday è in caricamento