Politica

Aree a privati, proposta choc di Gioveni per il Risanamento

Nel corso del dibattito in Consiglio comunale sull'emergenza abitativa l'esponente politico pensa di concedere zone a privati per progetti di finanza e costruzione di alloggi. Messina "esplode" di case non utilizzate

Più di duemila famiglie in baracca, oltre seimila persone coinvolte. Il Consiglio comunale, ieri sera, ha tenuto un nuovo dibattito sull'emergenza abitativa due giorni dopo la risposta del ministro degli Interni Matteo Salvini alla deputata di Forza Italia Matilde Siracusano. Salvini non ha promesso fondi aggiuntivi dal governo ma un coordinamento tra istituzioni.

In aula la posizione è unanime seppur con alcuni distinguo sui metodi da utilizzare per il Risanamento. Libero Gioveni apre ai privati e ai progetti di finanza e guarda sorprendentemente alla concessione di aree per la costruzione di alloggi da assegnare a baraccati: "Ritengo che la soluzione del "project financing", che darebbe modo ai privati di investire nel nostro territorio realizzando alloggi, servizi e infrastrutture, possa davvero risultare determinante per mettere in moto una volta per tutte la sempre più inceppata macchina del Risanamento. Con la soluzione della "permuta" - chiarisce meglio l'esponente Pd - il Comune donerebbe i terreni ai costruttori, i quali realizzerebbero alloggi per donarne a loro volta buona parte a Palazzo Zanca che, dal canto suo, li assegnerebbe agli aventi diritto! I restanti alloggi, invece, i costruttori li venderebbero a privati ad un normale prezzo di mercato". Ma quali aree la città dovrebbe ancora cedere per costruire visto il numero elevato di alloggi in giro non è dato capire.  

https://www.messinatoday.it/politica/consiglio-comunale-taoarte-social-city.html

Si parla di
Sullo stesso argomento

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Aree a privati, proposta choc di Gioveni per il Risanamento

MessinaToday è in caricamento