rotate-mobile
Venerdì, 3 Febbraio 2023
Politica

Caso Cannes, cambio di deleghe in giunta regionale: Amata al Turismo e Scarpinato ai Beni culturali

La disposizione oggi pomeriggio del presidente Renato Schifani. Il capogruppo del Pd all’Ars, Michele Catanzaro: "Gioco delle tre carte’, è solo un trucco che non basta certo a nascondere la realtà"

Staffetta alla Regione fra gli assessori Elvira Amata e Francesco Paolo Scarpinato, entrambi di Fratelli d'Italia.

Il presidente della Regione Siciliana Renato Schifani ha disposto questo pomeriggio un cambio di deleghe all’interno della giunta regionale: Amata ricoprirà l’incarico di assessore al Turismo, allo sport e allo spettacolo mentre Scarpinato si sposterà all’assessorato dei Beni culturali e dell’identità siciliana.

La staffetta arriva dopo le polemiche sul finanziamento di 3,7 milioni che l'assessorato al Turismo ha assegnato alla società lussemburghese Absolute Blue per una mostra nell'ambito del festival di Cannes. Finanziamento poi bloccato dal governatore Schifani e al centro di un'inchiesta della Corte dei conti.

Scarpinato, era diventato il nuovo assessore al Turismo, sport e spettacolo, subentrando al compagno di partito Manlio Messina. Travolti dalle polemiche per i fondi spesi a Cannes, Scarpinato - per il quale il leader di Sicilia vera Cateno De Luca aveva chiesto le dimissioni - ha di recente revocato il decreto con cui erano stati assegnati alla Absolute Blu, società lussemburghese finita al centro delle polemiche, i 3,7 milioni per organizzare l'evento a Cannes durante il Festival del Cinema.

"Lo scambio di assessorati tra Scarpinato ed Amata, che somiglia molto al ‘gioco delle tre carte’, è solo un trucco che non basta certo a nascondere la realtà: all’interno della Giunta Schifani, dopo appena due mesi, si respira già un clima da separati in casa". Così Michele Catanzaro, capogruppo del Pd all’Ars. Mentre il capogruppo del M5S all'Ars, Antonio De Luca, parla di "un'enorme presa in giro ai siciliani". E aggiunge: "Qualcuno dica a Schifani che i cittadini non hanno l'anello al naso. Se Scarpinato è responsabile dell'affaire Cannes non comprendiamo come possa essere idoneo per qualsiasi altra casella della Giunta. Lo spostamento dimostra solo la debolezza di Schifani e la sua netta e pericolosa subalternità a Fdi, cosa di cui, onestamente c'erano ormai pochi dubbi".

Artcolo modificato alle 10.30 del 24 gennaio 2023 // aggiunta dichiarazione Catanzaro

Si parla di
Sullo stesso argomento

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Caso Cannes, cambio di deleghe in giunta regionale: Amata al Turismo e Scarpinato ai Beni culturali

MessinaToday è in caricamento