Domenica, 1 Agosto 2021
Politica

Finanziaria regionale impugnata dal governo: stop a fondi per neoassunti e stagionali del turismo

Salta la parte della manovra (comma 14 articolo 10) che riguarda lo sgravio dei contributi previdenziali per le aziende assumono personale a tempo indeterminato e l'erogazione dell'una tantum a discontinui e atipici del turismo e del commercio

Stop del Consiglio dei ministri a due misure contenute nella legge di stabilità della Regione approvata il 2 maggio scorso, che prevedono una spesa di dieci milioni di euro ciascuna.

Il governo ha deciso di impugnare il comma 14 dell'articolo 10 della manovra: si tratta della norma prevede lo sgravio dei contributi previdenziali e assistenziali nei confronti delle aziende che intendano assumere personale a tempo indeterminato nel corso del 2020, ma anche l'erogazione di contributi "una tantum" in favore dei lavoratori stagionali, atipici e discontinui del turismo e del commercio che non riusciranno a raggiungere "il numero minimo di giornate utili all'erogazione dell'indennita di disoccupazione".

Entrambe le misure della finanziaria trovano copertura grazie ai fondi extraregionali e del Poc 2014/2020. Secondo l'esecutivo Conte la norma viola la competenza esclusiva dello Stato in materia di previdenza sociale garantita dall'articolo 117 della Costituzione.

Si parla di
Sullo stesso argomento

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Finanziaria regionale impugnata dal governo: stop a fondi per neoassunti e stagionali del turismo

MessinaToday è in caricamento