Diritto al respiro, M5Stelle porta alla Camera la proposta di legge sulle aree industriali

Individuata a livello nazionale la definizione di molestia olfattiva per tutelare tutti coloro che vivono nelle vicinanze di impianti che si occupano di trattamento dei rifiuti, di discariche, raffinerie, depuratori ed allevamenti intensivi

Arriva in Commissione Ambiente della Camera dei Deputati la proposta di legge denominata Diritto al Respiro che finalmente dà rilevanza alle emissioni di sostanze odorigene. Lo comunicano la senatrice messinese Barbara Floridia ed il sottosegretario al Ministero dell’Economia e delle Finanza, Alessio Villarosa (M5Stelle).

“Per la prima volta - spiegano - dopo numerosi tentativi regionali, tra i quali la proposta del nostro deputato Giampiero Trizzino, viene individuata a livello nazionale la definizione di molestia olfattiva per tutelare tutti coloro che vivono nelle vicinanze di impianti che si occupano di trattamento dei rifiuti, di discariche, raffinerie, depuratori ed allevamenti intensivi. Questa tematica mi sta molto a cuore perché rappresenta una battaglia che il Movimento 5 stelle porta avanti per quanto riguarda le aree industriali di Giammoro, San Filippo e di Milazzo.  In queste zone, infatti, il fattore odorigeno è sempre stato preponderante manifestandosi purtroppo puntualmente in tutto l’hinterland. Siamo molto orgogliosi - concludono - che si stia intraprendendo questo importante percorso che tutelerà in particolare i cittadini delle zone industriali come quella milazzese, perché la sostenibilità ambientale deve essere sempre in primo piano insieme alla salute dei cittadini”.

In Evidenza

Potrebbe interessarti

I più letti della settimana

  • I Pooh e il concerto non previsto in cartellone, Torre Faro "svegliata" a notte fonda per l'evento musicale dell'anno

  • Dall'aggressione fisica all'auto bruciata: la storia di Alessandro Gonciaruk, vittima di intimidazione a Zafferia

  • L'indagine sulla Banca di Credito Peloritana, raffica di perquisizioni nelle aziende

  • "Scambio" di morti in obitorio, famiglia seppellisce la salma sbagliata

  • Non ci sono bombole, malata di Covid rischia la vita: il medico del 118 denuncia tutto ai carabinieri

  • Scuole e coronavirus, Comune attacca ancora l'Asp: proroga della chiusura non improbabile

Torna su
MessinaToday è in caricamento