rotate-mobile
Politica

Vaccini, Laccoto (Italia Viva): “Asp di Messina indietro dal punto di vista organizzativo e logistico”

Interrogazione al presidente della Regione e all'assessore Razza sull'efficienza dell'Azienda sanitaria “sprovvista anche dei frigoriferi necessari per conservare le dosi”. Chiesti i nomi dei responsabili della campagna vaccinale

L’Asp di Messina è pronta alla campagna vaccinale contro il Covid-19? E’ stata svolta una adeguata programmazione? E in che modo si intende potenziare il personale e fornire di adeguati supporti logistici e strumentali gli ospedali messinesi per condurre in modo efficiente e in sicurezza le vaccinazioni?

Lo chiede il deputato regionale di Italia Viva Giuseppe Laccoto in una interrogazione presentata al presidente della Regionale Nello Musumeci e all’Assessore Regionale alla Salute Ruggero Razza.

“Il Governo Regionale ha annunciato di voler vaccinare tutti i siciliani entro il mese di settembre, ma per rispettare questo impegno occorre che le Asp siano adeguatamente attrezzate – afferma l’onorevole Laccoto. In particolare l’Asp di Messina appare indietro dal punto di vista organizzativo e logistico, sprovvista anche dei frigoriferi necessari per conservare le dosi di vaccino”.

Nell’interrogazione parlamentare, Laccoto chiede, poi, “quali siano i nominativi dei responsabili della campagna vaccinale a livello regionale e per l’Asp di Messina e quale siano, relativamente all’Asp di Messina, le unità operative interessate alla vaccinazione, oltre al numero del personale incaricato distinto per settore di competenza”.

Infine, il deputato di Italia Viva chiede di coinvolgere già nella prima fase della vaccinazione “categorie di operatori sanitari finora esclusi come, ad, esempio, specialisti convenzionati come gli odontoiatri che sono a diretto contatto con l’utenza, farmacisti e specialisti liberi professionisti e psicoterapeuti che rientrano nelle professioni sanitarie”.

Sullo stesso argomento

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Vaccini, Laccoto (Italia Viva): “Asp di Messina indietro dal punto di vista organizzativo e logistico”

MessinaToday è in caricamento