Politica Letojanni / Via Nazionale

Letojanni, a gara il progetto per la messa in sicurezza del torrente Papale

Le inondazioni invernali avevano provocato anche vittime nella cittadina balneare. La Regione ha annunciato di aver avviato l'iter per la progettazione esecutiva

Letojanni è stata più volte colpita dal dissesto idrogeologico contando vittime. La Regione ha annunciato di aver avviato l'iter per intervenire lungo il corso del torrente Papale. L'Ufficio contro il dissesto idrogeologico - guidato dal presidente Nello Musumeci e diretto da Maurizio Croce - ha pubblicato la gara per affidare le indagini geologiche e geognostiche e l'elaborazione del progetto esecutivo dei lavori che dovranno porre fine alle cicliche inondazioni che, nei mesi invernali, si verificano nel centro urbano della cittadina balneare.

Le domande potranno essere presentate entro il 12 settembre. Da un ventennio, almeno, il Papale ingrossato dalle acque piovane manda il tilt le caditoie riversando per strada fango e detriti che, oltre a paralizzare la circolazione, finiscono per intasare e rendere impraticabile il piccolo tunnel sopra il quale passa la linea ferrata e che rappresenta la principale via d'accesso al paese. E sarà proprio la rimozione di tutto ciò che ostacola il corretto deflusso del torrente - che scorre sotto Letojanni, prima di riversarsi in mare - il principale obiettivo dell'intervento.

Contestualmente dovranno essere ripristinati tutti quegli attraversamenti stradali che le inondazioni hanno reso nel tempo precari. Fondamentale, inoltre, l'opera di risagomatura del corso d'acqua per contenerne e ridurne la portata idraulica, facilitando lo smaltimento a valle delle infrastrutture viarie.

Si parla di
Sullo stesso argomento

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Letojanni, a gara il progetto per la messa in sicurezza del torrente Papale

MessinaToday è in caricamento