rotate-mobile
Venerdì, 24 Maggio 2024
Politica

Palazzo Zanca, la lettera di Carlotta Previti: "Ecco perché mi sono dimessa"

L'ormai ex assessore della giunta Basile smentisce altri impegni lavorativi. "Continuerò a battermi per Messina"

In una lettera Carlotta Previti motiva le sue dimissioni da assessore comunale annunciate ieri al sindaco Basile. L'ormai ex componente di Giunta smentisce altri impegni lavorativi e promette ugualmente impegno per la città. Ma restano le voci su presunti malumori a Palazzo Zanca e di una spaccatura tra la stessa Previti, punto di riferimento dell'esecutivo guidato dall'ex primo cittadino De Luca, e lo stesso Basile.

"Motivazioni e scelte personali sono alla base delle mie dimissioni irrevocabili da assessore del Comune di Messina. La mia decisione non è legata ad altri impegni lavorativi e nemmeno ad incarichi diversi”. Così scrive l'ormai ex assessore comunale alla Smart City, programmazione, monitoraggio e rendicontazione Fondi Extra Comunali, pianificazione strategica Fondi Europei. “Ringrazio - prosegue Previti - per l’opportunità datami dal sindaco Federico Basile e prima ancora dall’ On.le Cateno De Luca e ringrazio i colleghi di giunta per la disponibilità manifestata nei miei confronti in questi anni passati insieme. Ringrazio tutto il personale tecnico-amministrativo del Comune di Messina che in questi anni con spirito di abnegazione ha consentito alla nostra città di raggiungere primati nazionali di spesa e attrazione di finanziamenti europei. Ringrazio infine tutti i cittadini che sono stati al mio fianco, appoggiandomi e condividendo la mia azione politica".

“Non smetterò mai – prosegue la Previti - di amare Messina e tutto il suo straordinario territorio e farò tutto il possibile per metterla in luce con azioni efficaci, strutturali e in linea con gli obiettivi delle politiche europee. Nell’epoca della globalizzazione e della precarietà, tante sono le nuove sfide da affrontare per garantire condizioni di lavoro dignitose, migliori infrastrutture e opportunità, innanzitutto per i più giovani e le donne. Continuerò a battermi ogni giorno per loro e, anche se non ricoprirò più il mio ruolo di assessore, garantirò il mio massimo impegno per ridurre le disparità territoriali guardando al “bene comune” per le generazioni future e le comunità più marginali nell’affrontare le sfide globali. Siamo immersi in trasformazioni epocali che per essere governate hanno bisogno di nuove idee, del coraggio di saper coniugare grande saggezza e massimo d’audacia (cit. David Sassoli Presidente del Parlamento Europeo)" 

Si parla di

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Palazzo Zanca, la lettera di Carlotta Previti: "Ecco perché mi sono dimessa"

MessinaToday è in caricamento