Domenica, 20 Giugno 2021
Politica

Lidi balneari, emendamento all'Ars per il "taglio" dei canoni demaniali

In commissione Bilancio è passato all'unanimità un correttivo per dare una mano ai gestori degli stabilimenti in vista della Fase 2 dell'emergenza coronavirus

Gli aiuti ai gestori degli stabilimenti balneari iniziano a farsi concreti. La Commissione Bilancio dell'Ars ha appena votato un emendamento che prevede l'esenzione totale dal pagamento dei canoni demaniali per i gestori dei lidi balneari per la stagione 2020 e al 50% per il 2021. La norma è stata votata all'unanimità su proposta di Marianna Caronia della Lega e Carmelo Pullara. Ovviamente le norme devono essere approvate dall'Assemblea regionale ma i primi segnali sono positivi.  Per la deputata del Carroccio, "in una regione che fa del turismo marittimo e della fruizione della costa il proprio fiore all'occhiello, adottare un provvedimento di sostegno alle imprese del settore mi sembra sia doveroso, anche per dare un segnale significativo nella direzione di una ripresa produttiva. Confido nella sensibilità di tutti i parlamentari e del Governo perché adesso la norma entri definitivamente nella finanziaria che ci apprestiamo a votare". Sugli stabilimenti balneari erano state ancora polemiche nei giorni scorsi tra il sindaco Cateno De Luca e il presidente della Regione Musumeci. Quest'ultimo, con ordinanza, ha disposto l'avvio degli interventi di manutenzione nei lidi, decisione affrettata per De Luca in attesa della Fase 2

Lidi balneari, nuove polemiche del sindaco De Luca 

Si parla di
Sullo stesso argomento

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Lidi balneari, emendamento all'Ars per il "taglio" dei canoni demaniali

MessinaToday è in caricamento