Domenica, 19 Settembre 2021
Politica Milazzo

Termovalorizzatori, polemiche roventi a Milazzo. “Il sindaco si scusi con gli ambientalisti”

Non accennano a placarsi le polemiche dopo la frase di Pippo Midili in consiglio comunale che ha fatto un parallelismo sugli interessi mafiosi e quelli degli ambientalisti parlando di rifiuti e termovalorizzatori. Il presidente della Commissione regionale antimafia, Claudio Fava: “Affermazioni tanto gravi quanto sconsiderate”

Non accennano a placarsi le polemiche dopo la frase del sindaco di Milazzo Pippo Midili in consiglio comunale che ha fatto un parallelismo sugli interessi mafiosi e quelli degli ambientalisti parlando di rifiuti e termovalorizzatori.

Mentre dalla Regione arriva l’avviso che dà il via alla realizzazione degli impianti, crescono gli attestati di solidarietà agli ambientalisti della Valle del Mela che contro la realizzazione gli inceneritori hanno da decenni ingaggiato una dura battaglia.

Dopo le contestazioni di Articolo Uno, Zero Waste e quelle del comitato No inceneritori Valle del Mela, è intervenuto anche il deputato regionale de i Centopassi e presidente della Commissione regionale antimafia, Claudio Fava.

"A chi, come sindaco, è chiamato a rappresentare una comunità è richiesto senso della misura e assunzione di responsabilità – scrive Fava - Caratteristiche che, con ogni evidenza, sono mancate al sindaco di Milazzo, Pippo Midili.  Equiparare in modo generico il movimento ambientalista e la mafia, e farlo, per di più, nel massimo luogo istituzionale rappresentato dal Consiglio comunale è un fatto gravissimo. Una mancanza di rispetto per i tanti che, in una realtà complessa come quella del comprensorio milazzese, sono impegnati a difendere l’intero territorio dalle aggressioni di interessi che, spesso, configgono con quelli generali delle comunità.  Qualora il sindaco abbia elementi su ingerenze, infiltrazioni o contiguità tra ambienti mafiosi e associazioni ambientaliste, sarebbe più opportuno recarsi nelle sedi istituzionali preposte e non lasciarsi andare ad affermazioni tanto gravi quanto sconsiderate."

VIDEO | Le dichiarazioni di Midili in consiglio comunale

Dura anche la nota di Articolo Uno, firmata dal segretario provinciale Siracusano che reputa gravissime le affermazioni del sindaco Pippo Midili. “È ancor più grave che – contattato da giornalisti – Midili, con arroganza, non abbia inteso fare un passo indietro rispetto alle affermazioni fatte in aula. Il movimento ambientalista, composto da organizzazioni e persone spesso con orientamenti e idee diversificate, è una realtà eterogenea che svolge una funzione decisiva di stimolo e pungolo rispetto alle scelte che riguardano il territorio. Se il Sindaco ha prove di comportamenti individuali si rechi alla Procura della Repubblica e denunci chi creda abbia responsabilità penalmente rilevanti”.

Si parla di
Sullo stesso argomento

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Termovalorizzatori, polemiche roventi a Milazzo. “Il sindaco si scusi con gli ambientalisti”

MessinaToday è in caricamento