Mercoledì, 20 Ottobre 2021
Politica Duomo / Via G. Garibaldi

Alimenti preparati sul posto e attività ricreative, cosa cambia nei mercati

Il Consiglio comunale ha approvato all'unanimità la delibera proposta da Antonella Russo e Felice Calabrò con il contributo dell'assessore Musolino che modifica le regole, ecco quali


Il Consiglio comunale ha approvato all’unanimità la proposta di delibera presentata dai consiglieri Antonella Russo e Felice Calabrò relativa alle modifiche al vigente regolamento del commercio sulle aree pubbliche. Grazie alla collaborazione registrata in aula tra i consiglieri e l’assessore alle Attività Produttive e Promozionali Dafne Musolino, che a sua volta aveva proposto un emendamento alla delibera in materia di somministrazione di alimenti all’interno dei mercati chiusi, è stata regolamentata la possibilità per il 30 per cento degli esercenti commerciali, che saranno in regola con tutte le disposizioni normative in tema di preparazione e vendita in loco di alimenti, di poter finalmente avviare la somministrazione e la vendita di alimenti preparati sul posto.

“Siamo molto felici di questo risultato – hanno dichiarato i consiglieri Antonella Russo e Felice Calabrò – perché il regolamento appena approvato porterà la nostra città a livelli di altre città italiane ed europee, nelle quali all’interno dei mercati si svolgono da sempre attività ricreative, culturali, e di ristorazione con vendita di prodotti tipici. Abbiamo regolamentato, tra le altre novità, un ampliamento degli orari, anche pomeridiani nei mercati aperti, e fino alle ore 24 per quelli al chiuso, abbiamo ribadito la necessità di un maggiore controllo della polizia annonaria e la nomina di un custode per ogni mercato e prevista la possibilità di un chiosco adibito a bar in tutte le aree mercatali. Tutto questo consentirà un maggiore sviluppo ed una maggiore vivibilità dei mercati, e ne trarrà beneficio l’economia cittadina”.

Si parla di
Sullo stesso argomento

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Alimenti preparati sul posto e attività ricreative, cosa cambia nei mercati

MessinaToday è in caricamento