Il senatore Candiani a Milazzo per Maisano: "Votate Lega per dare un futuro alle nuove generazioni"

Il segretario regionale in piazza con i vertici siciliani del partito di Salvini per sostenere il candidato sindaco e il progetto autonomo senza accordi con il centrodestra. In piena campagna elettorale tra le piazze l'ex primo cittadino Lorenzo Italiano

Il senatore della Lega Stefano Candiani con il candidato sindaco della Lega a Milazzo Damiano Maisano

E' Milazzo che tiene vivo l'interesse politico. La città del Capo è in piena campagna elettorale per le amministrative di ottobre. Ieri sera la Lega si è stretta attorno al suo candidato Damiano Maisano con il senatore e segretario regionale Stefano Candiani, il capogruppo all'Ars Antonio Catalfamo, il vicesegretario regionale Fabio Cantarella, l'onorevole Francesca Donato e il commissario provinciale Matteo Francilia che hanno presentato programmi e squadra.

Candiani: "La Lega è fatta dalle persone e non è un artificio nato a tavolino come altri partiti, dare un voto a Maisano e sostenere la Lega significa dare slancio a un progetto per il rilancio dell'intero Paese, basta con il politicamente corretto, a Milazzo giochiamo una delle sfide più grosse, non c'interessa parlare male degli altri, noi vogliamo parlare delle cose che devono essere fatte nel futuro, noi vogliamo parlare delle cose che vorremmo fare per i giovani di Milazzo, a noi chi entra dentro o sta fuori la giunta o in coalizione non interessa, la Lega in Sicilia come a Milazzo non ha mai governato e vogliamo cominciare a farlo, le persone che sono sul campo le conoscete, hanno già dato dimostrazione a Milazzo di saper fare, la vera rivoluzione è fare anche cose piccole ma fare". Sulla gestione dei migranti la Lega ha ribadito che gli extracomunitari debbano entrare in Italia ma non per essere assistiti a spese dei contribuenti. "Bisogna andare casa per casa - ha sottolineato Candiani - queste elezioni sono importanti, bisogna parlare delle e alle prossime generazioni".

Maisano, visibilmente emozionato, ha voluto ringraziare per la fiducia: "Quando mi è stato detto dal direttivo di candidarmi sindaco ho spiegato che il Comune di Milazzo ha tanti problemi, Milazzo ha soltanto due giardinieri mentre mancano tecnici come ingegneri e architetti, la Lega sarà sempre al mio fianco per risolvere questi ostacoli, chi entra nella Lega e fa progetti nella Lega non sarà mai solo, è la squadra che fa la differenza, possiamo fare una pagina di storia di Milazzo, abbiamo 30 punti nel programma elettorale, siamo i primi ad averlo distribuito alle famiglie mentre gli altri discutono di "poltrone". Mi occuperò della Raffineria, dalla riqualificazione di Ponente, la Raffineria ci deve dire cosa vuole fare di questi lavoratori e di questo territorio, come primo punto voglio il protocollo d'intesa perché ambiente e lavoro devono camminare insieme se i privati vogliono investire". Maisano ha anche proposto la creazione di un cimitero degli animali per dare loro una degna sepoltura. Designata Antonella Bartolomeo come vicesindaco in caso di vittoria elettorale.

Devi disattivare ad-block per riprodurre il video.
Play
Replay
Play Replay Pausa
Disattiva audio Disattiva audio Disattiva audio Attiva audio
Indietro di 10 secondi
Avanti di 10 secondi
Spot
Attiva schermo intero Disattiva schermo intero
Skip
Il video non può essere riprodotto: riprova più tardi.
Attendi solo un istante...
Forse potrebbe interessarti...

Chi già è impegnato in numerosi comizi è Lorenzo Italiano che sta incontrando i cittadini nelle piazze. Italiano punta a riprendere i programmi sospesi nel 2010 dopo aver perso il confronto elettorale da primo cittadino uscente. Italiano sta proseguendo gli attacchi ai deputati regionali che hanno sancito l'accordo per Barcellona Pozzo di Gotto e Milazzo con le candidature di Calabrò e Midili senza una vera condivisione - a detta di Italiano - di scelte e programmi con il territorio. "Mi presento con tre liste civiche - ha dichiarato Italiano - perché qualcuno ha deciso  che la mia storia personale venisse cancellata con un colpo di spugna, difenderemo la nostra città dai colonizzatori". Tra i piani dell'ex sindaco la prosecuzione della riqualificazione urbana di piazze, strade e centri sociali. L'ipotesi a oggi è che se Italiano dovesse recuperare la fiducia dei milazzesi potrebbe anche sperare di andare al secondo turno contro Pippo Midili del centrodestra, al momento il favorito della competizione con ben nove liste a sostegno. 

In Evidenza

Potrebbe interessarti

I più letti della settimana

  • Brigata Aosta nello sconforto per la morte del militare, indagini a tutto campo a Capo d'Orlando

  • Coronavirus, salgono ancora i nuovi casi in Sicilia: otto a Messina

  • Omicidio o suicidio a Capo d'Orlando? Muore 48enne messinese con un coltello in corpo: vana la corsa in ospedale

  • Nuovo ricovero per coronavirus al Policlinico, una cinquantenne in arrivo da Patti: due impiegati in isolamento

  • Roccalumera piange Angelica, sconfitta dal tumore a soli 18 anni

  • Coronavirus, 98 i nuovi positivi in Sicilia (9 a Messina e provincia): a Patti una classe in isolamento

Torna su
Devi disattivare ad-block per riprodurre il video.
Play
Replay
Play Replay Pausa
Disattiva audio Disattiva audio Disattiva audio Attiva audio
Indietro di 10 secondi
Avanti di 10 secondi
Spot
Attiva schermo intero Disattiva schermo intero
Skip
Il video non può essere riprodotto: riprova più tardi.
Attendi solo un istante...
Forse potrebbe interessarti...
MessinaToday è in caricamento