Venerdì, 25 Giugno 2021
Politica Centro / Viale San Martino

Piazza Cairoli, Cerreti e Zuccarello contro l'amministrazione

Non si sono ancora spenti gli effetti del sequestro della pista di ghiaccio e della chiusura del Giardino delle Luci. I due ex consiglieri accusano la giunta De Luca

Piazza Cairoli senza Giardino delle Luci

"Messina ha il primo Natale mozzato della sua storia": il commento è del portavoce del movimento Liberi Insieme Roberto Cerreti. Dopo il sequestro della pista di ghiaccio e l'addio della ditta Albalux che curava il Giardino delle Luci Cerreti scrive: "Speriamo solo che tra oppositori e sostenitori di questa programmazione natalizia, nasca una seria riflessione sull'inconcludenza di una classe politica tutta esclusivamente polemica ed alla ricerca di consenso social, che non si rende conto di non fare sempre  il bene della Città e che magari oggi avrà l'alibi di colpe da scaricare su organizzatori o inadempienze amministrative, quando esiste un'unica verità, che è quella di averli fatti scappare! Hanno di fatto costretto, con le loro inettitudini e sterili polemiche, le ditte che volevano animare il Natale messinese a scappare dalla nostra città.
La colpa è del vento, ma non di quello che ha soffiato forte su Messina negli ultimi giorni, ma del vento di populismo che riempie le orecchie ed i fianchi di un sindaco e di amministratori improvvisati ed impreparati in materia".

L'ex consigliere comunale Santi Zuccarello, tra i contestatori dell'affidamento diretto della piazza all'associazione MessinainCentro sottolinea: "Siete riusciti a distruggere il Natale della nostra città, forse perché non lo avete ritenuto una ricorrenza importante per Messina e per i suoi cittadini. Siete accecati dai blitz, dai consensi popolari, siete accecati dalla squallida voglia di dare calci nel sedere a chi non si allinea, accecati dagli scopi da raggiungere, dagli obbiettivi specifici che per nulla riguardano il benessere della città. "Regaliamo il Natale alla città"... ai messinesi avete solo regalato una spiacevole vergogna immeritata! Non si può non sapere nulla su quanto accade nella piazza principale di una città e se così fosse allora l'inconsistenza e l'incopetenza non vedrebbero la decenza. Consiglio comunale sotto scacco, giunta sotto scacco, messinesi sotto scacco, siamo figli di una società senza padre né madre, vittime di una gestione approssimativa da parte di chiunque si sia proposto alla guida della nostra comunità!".

Ieri con due note distinte l'assessore Dafne Musolino aveva replicato alle accuse dopo il sequestro della pista di ghiaccio e la chiusura definitiva del Giardino delle Luci 

Chiude il Giardino delle Luci, la replica della giunta municipale 

Si parla di
Sullo stesso argomento

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Piazza Cairoli, Cerreti e Zuccarello contro l'amministrazione

MessinaToday è in caricamento