rotate-mobile
Mercoledì, 25 Maggio 2022
Politica

Amministrative, Navarra al contrattacco: "L'ex sindaco in fuga è preoccupato, il suo linguaggio inaccettabile"

Il deputato reagisce all'accusa di un asse con Genovese. "Dice che centrodestra e centrosinistra sono d'accordo: un concetto ardito visto che ciascuno dei due schieramenti ha un candidato che sostiene e sosterrà fino alla fine con convinzione e impegno"

"Constato che il mio nome viene quotidianamente tirato in ballo dall'ex sindaco di Messina Cateno De Luca per alimentare l'ennesima operazione di distrazione di massa ai danni della città, che in queste settimane dovrebbe essere chiamata, invece, a scegliere tra i programmi proposti dai candidati alla carica di primo cittadino".

Scatta la rezione del deputato del Pd Pietro Navarra costantemente tirato in ballo dall'ex sindaco di Messina Cateno De Luca nella sua comunicazione elettorale. Anche oggi il candidato alla presidenza della Regione e supporter del candidato a sindaco Federico Basile, non ha mancato di lanciare appelli per "rompere l'asse Genovese-Navarra".

"De Luca continua a prefigurare l'asse tra i potenti di centro-destra e centro-sinistra, che sarebbero d'accordo 'per farlo fuori' - spiega Navarra - Al di là di una terminologia inaccettabile, visto che le elezioni sono esercizio democratico e non certo di killeraggio; al di là di quanto sia inopportuno in un momento qual è quello che stiamo vivendo il ricorso a immagini di questo tipo, De Luca ancora una volta non riesce a smentirsi e continua prendere in giro Messina e i messinesi".

"Vorrei ricordare all'ex sindaco "in fuga" dalla città che ha appena imbarcato nella sua coalizione chi - l'onorevole Germanà - fino all'altro giorno non ha esitato a definire "il rappresentante dei potentati" della città - prosegue - Non ho nulla contro Nino Germanà, ma per l'ennesima volta rilevo come De Luca sia pronto a cambiare strumentalmente e con stupefacente rapidità opinioni e giudizi sulle persone. L'ex sindaco "in fuga" è preoccupato. Il margine di vantaggio che Basile aveva accumulato correndo da solo fino a qualche giorno fa si assottiglia giorno dopo giorno perché sono entrati in campo gli altri candidati. E mentre Basile perde colpi e terreno, De Luca perde la faccia e, impaurito, si affanna a costruire teoremi senza né senso né fondamento".

"Dice che centro-destra e centro-sinistra sono d'accordo: un concetto ardito visto che ciascuno dei due schieramenti ha un candidato che sostiene e sosterrà fino alla fine con convinzione e impegno - aggiunge Navarra - Sarebbe stato diverso se avessero scelto di puntare su un nome condiviso, ma ciò non è accaduto e, distratto dalla sua campagna elettorale per le regionali, pare che l'ex sindaco De Luca non se ne sia ancora reso conto. Il centro-sinistra, poi, ha trovato in Franco De Domenico il miglior candidato su cui convergere in modo quanto mai compatto e unitario, consapevole di poter affrontare con successo questa sfida per la città di Messina contro Basile, Croce e gli altri candidati in competizione tra loro. Il vero asse, vorrei dire all'ex sindaco De Luca "in fuga", è quello costituito da partiti e movimenti ufficialmente schierati al fianco di De Domenico".

Sullo stesso argomento

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Amministrative, Navarra al contrattacco: "L'ex sindaco in fuga è preoccupato, il suo linguaggio inaccettabile"

MessinaToday è in caricamento