rotate-mobile
Mercoledì, 7 Dicembre 2022
Politica

Presidenza del Consiglio comunale, ipotesi De Leo

La prima casella da completare per il movimento di Cateno De Luca è l'ufficio d'aula di Palazzo Zanca, il primo dei non eletti in ballo tra la futura giunta e l'incarico politico più importante e remunerativo. A bocca asciutta il gruppo legato al parlamentare Germanà

E' l'ufficio di presidenza del Consiglio comunale prima del rimpasto di giunta e delle nuove nomine alle società partecipate del Comune l'organo dove presto ci saranno novità. Tra il mese in corso e novembre le scelte nel movimento dell'ex sindaco Cateno De Luca per i vertici dell'aula di Palazzo Zanca visto che il leader di Sud chiama Nord ha già annunciato di dimettersi da presidente del Consiglio ma non è detto che la scelta (leggi anche aumento dell'indennità dal 2024 di oltre 9mila euro) ricada sull'attuale vicario Nello Pergolizzi. Tra i papabili si parla pure del consigliere comunale Alessandro De Leo, primo dei non eletti nella lisa De Luca sindaco di Sicilia con 3.732 preferenze personali che non hanno comunque permesso all'esponente politico l'elezione in assemblea regionale con De Luca (come candidato presidente migliore dopo il vincente Schifani), Pippo Lombardo e Matteo Sciotto. Soltanto due infatti i seggi scattati all'Ars e non tre. 

A proposito di Consiglio comunale l'accordo di giugno tra Prima l'Italia Lega del deputato nazionale Nino Germanà e l'amministrazione Basile non sembra che porterà a incarichi per il gruppo che alla elezioni regionali ha sostenuto l'attuale governaore e non De Luca. Da segnalare nel corso della votazione per il Piano Urbano del traffico l'uscita insieme ai consiglieri di centrodestra e centrosinistra di Amalia Centofanti, vicina a Germanà mentre Giuseppe Villari seppur rimasto in Consiglio a votare con i deluchiani ha espresso perplessità al provvedimento. 

Ancora presto per definire i contorni del rimpasto di deleghe e non solo dei sostituti dei neoeletti a Roma  Dafne Musolino e Francesco Gallo. Le deleghe "pesanti" a carico della prima potrebbero far optare nel movimento deluchiano per una rivoluzione anche di incarichi e non soltanto di nomi. 

Infine domani nella Sala Commissioni Consiliari di Palazzo Zanca conferenza stampa indetta dai Gruppi Consiliari “Basile Sindaco di Messina” e “Con De Luca per Basile Sindaco”. Temi dell’incontro con i giornalisti le elezioni regionali e la continuità del progetto De Luca Sindaco di Sicilia e De Luca Sindaco d’Italia.

Si parla di
Sullo stesso argomento

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Presidenza del Consiglio comunale, ipotesi De Leo

MessinaToday è in caricamento