Giovedì, 21 Ottobre 2021
Politica

Patrimonio Spa, De Luca: "Ex impiegati occupano abusivamente gli immobili"

Sulle polemiche con i consiglieri Pd per la revoca della nuova società partecipata, il sindaco lancia accuse molto particolari sulla gestione dei locali comunali. Mentre è in corso l'avviso per il Cda

La Patrimonio Spa appena nata rischia di morire subito. L'area che si respira in Consiglio comunale è di eliminare la nuova società comunale che dovrebbe gestire i beni immobili del Comune dopo che la stessa maggioranza d'aula l'aveva creata. Il Consiglio di Stato, in sintesi, non vuole più Partecipate, ovvero altri enti pubblici all'interno di enti pubblici. I consiglieri di Pd e LiberaMe chiedono la revoca della delibera mentre è in corso l'avviso pubblico per la scelta del nuovo Cda.

Sette consiglieri chiedono la revoca della Patrimonio Spa 

Cateno De Luca, sul suo profilo Fb, ha replicato agli esponenti politici lanciando altre accuse molto pesanti: "Bisogna tenere presente che il Comune di Messina ha sempre utilizzato il proprio patrimonio con la logica clientelare e del malaffare: ogni giorno scopro immobili comunali occupati abusivamente da ex impiegati comunali e delle società partecipate. Ogni anno il Comune subisce un danno di oltre 5 milioni di euro per la malagestio del patrimonio comunale per come più volte ribadito dalla Corte dei conti. Ma di tutto questo al consiglio comunale in passato non gliene mai fregato nulla a conferma di strane connivenze basata sul non vedo non sento non parlo non agisco. Credevo che questa fosse la volta buona per estirpare un altro cancro che ha messo in ginocchio la città. Invece mi sono illuso perché il Consiglio comunale tra qualche settimana voterà la revoca di tale delibera. Si può continuare ad andare avanti così?". 

Si parla di
Sullo stesso argomento

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Patrimonio Spa, De Luca: "Ex impiegati occupano abusivamente gli immobili"

MessinaToday è in caricamento