rotate-mobile
Martedì, 5 Luglio 2022
Politica

Dimissioni De Luca, il Pd fa quadrato: "Primarie per la scelta del candidato o progetto condiviso"

Il segretario regionale Barbagallo ha incontrato dirigenti e consiglieri del partito per programmare l'alternativa di centrosinistra alle prossime consultazioni

Le dimissioni del sindaco De Luca datate 14 febbraio iniziano a scaldare i motori delle altre forze politiche. Il Pd messinese ha tenuto un incontro con il segretario regionale Anthony Barbgallo per iniziare il lavoro su un progetto condiviso con le altre forze di centrosinistra e per le primarie di coalizione.

Nei giorni scorsi a MessinaToday le affermazioni del consigliere Felice Calabrò, già candidato sindaco nel 2013, che si era detto disponibile in caso di comunali anticipate a rimettersi in gioco per la carica più importante di Palazzo Zanca ma ponendo alcune condizioni.

“Il Pd è organico nella coalizione di centro sinistra ma con atteggiamento inclusivo verso le forze politiche di centro per la condivisione di un progetto ampiamente partecipato e alternativo all'attuale governo della città e il Pd sarà presente con un proprio rappresentante per partecipare a eventuali primarie o per confrontarsi con le altre forze politiche della coalizione per la scelta finale di un candidato sindaco condiviso”. È quanto emerso dal vertice di venerdì sera dove si sono incontrati Barbgallo, i componenti della segreteria regionale Daniele Vella, Fabio Venezia, il presidente Direzione regionale Antonio Ferrante. Presenti all'incontro: il segretario provinciale Nino Bartolotta e la sua vice Laura Giuffrida, il segretario cittadino Franco De Domenico, il presidente dell’assemblea provinciale Antonio Saitta, il responsabile dell’organizzazione Teodoro La Monica, il componente dell'esecutivo provinciale con delega alla citta metropolitana Giuppy Siracusano, il coordinatore provinciale dei dipartimenti Ciccio Barbalace, la coordinatrice della comitato promotore Conferenza permanente delle donne Angela Bottari, i Consiglieri Comunali del Pd, Antonella Russo, Felice Calabrò, Claudio Cardile, Gaetano Gennaro, Biagio Bonfiglio, Massimo Rizzo e Alessandro Russo.

I rappresentanti del civico consesso cittadino hanno rappresentato la propria visione sulla situazione politica della città.  Barbagallo ha evidenziato che: ““Il campo largo, rinforzando la coalizione di Centrosinistra, ha e deve avere il Partito Democratico come perno fondamentale, cercando di allargare quanto più possibile le alleanze senza, però, tradire i nostri principi fondamentali. Dobbiamo iniziare a lavorare su questo da subito in vista dell'appuntamento elettorale a Messina. Per questo l’incontro è stato molto proficuo tra la Segreteria regionale e i vertici provinciali e cittadini della Città dello Stretto dove vogliamo puntare non solo ai nomi ma anche e soprattutto sulla proposta politica per vincere le elezioni”. Dal dibattito è emerso in modo unitario il ruolo che il partito intende assumere in vista dei prossimi appuntamenti elettorali: sempre più organico e promotore di uno schieramento di centro-sinistra, ma impegnato a tutti i livelli a costruire un campo largo aperto al civismo, ai movimenti, all'associazionismo, alle forze sociali e produttive, a tutti i settori della società ostili alla deriva sovranista dell’attuale esperienza di governo della città. Da ciò l’ esigenza del partito ad essere sempre più  inclusivo e plurale vicino alle persone, capace di prospettare soluzioni credibili ai problemi drammatici, in termini economici e sociali della città e della provincia di Messina.

Si parla di
Sullo stesso argomento

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Dimissioni De Luca, il Pd fa quadrato: "Primarie per la scelta del candidato o progetto condiviso"

MessinaToday è in caricamento