menu camera rotate-device rotate-mobile facebook telegram twitter whatsapp apple googleplay
L'ex premier e segretario nazionale Pd Matteo Renzi

L'ex premier e segretario nazionale Pd Matteo Renzi

Italia Viva di Renzi, chi entra e chi esce dal Pd messinese

I deputati Pietro Navarra e Franco De Domenico non lasceranno i democratici come l'ex direttore di Agenzia Giovani Giacomo D'Arrigo. L'ex assessore Liliana Modica verso il sì mentre il dialogo con l'ex leghista Carmelo Lo Monte è aperto. I nomi in ballo

Quali saranno gli effetti della nuova creatura politica di Matteo Renzi nel Messinese? Le grandi manovre di abbandoni o nuovi ingressi dal partito democratico e da altri gruppi sono iniziate da giorni. Il senatore Davide Faraone e l'ex commissario Pd Ernesto Carbone stanno lavorando e a quanto pare "tartassando" gli esponenti politici locali di centrosinistra per aderire al movimento renziano.

Ma siamo ancora alle battute iniziali anche se i no sembrano più dei sì. A cominciare dai parlamentari Pietro Navarra e Franco De Domenico che si sono avvicinati di recente al neoministro alle Attività Culturali Dario Franceschini che ha già fatto sapere di non gradire le nuove idee politiche dell'ex premier. In stand-by il consigliere comunale Alessandro Russo e l'ex presidente del IV Quartiere Francesco Palano Quero che attendono di conoscere le reali mosse politiche di Renzi e se sarà una formazione centristra che guardi anche a Destra. "In questo caso il nostro no sarà assicurato - risponde Russo - vogliamo capire cosa davvero vorrà fare Renzi? Devono spiegarci quale sarà il perimetro politico e di alleanze di Italia Viva, coerenza innanzitutto". Giacomo D'Arrigo, ex direttore nazionale dell'Agenzia nazionale giovani, fedelissimo dell'ex ministro Graziano Del Rio, non lascerà i democratici.

Chi ha già detto sì a Italia Viva è l'ex assessore alla Pubblica Istruzione della giunta Genovese Liliana Modica. La docente sembra stia organizzando un comitato cittadino. Tra le new-entry sono iniziati gli ammiccanti dell'ex leghista Carmelo Lo Monte ai renziani di Italia Viva dopo l'addio del parlamentare di Graniti a Matteo Salvini per aver "rotto" l'accordo con i Cinquestelle nel governo Conte. Sicuri di non seguire Renzi infine il sindaco di Taormina Mario Bolognari, l'ex deputato regionale Pippo Laccoto e il primo cittadino di Milazzo Giovanni Formica che resta accanto alla corrente Zingaretti del Pd. 

Argomenti
Condividi
In Evidenza
Attualità

I Lions siciliani donano sei cani guida ai non vedenti

Ultime di Oggi
Potrebbe interessarti
In primo piano
Torna su

Canali

MessinaToday è in caricamento