Politica Centro / Piazza Cairoli

Auto a Piazza Cairoli, sì della giunta ma il Consiglio è in assetto di guerra

L'amministrazione De Luca dà l'ok all'associazione Messina Incentro per la revoca dell'Isola pedonale. Ma l'atto dovrà passare dal voto in aula ostile. Il giallo del dirigente alla Viabilità Pizzino che non sa nulla della decisione

L'idea di poter mangiare un gelato al bar Santoro o assaggiare mezza con panna al Caffè Irrera posteggiando tranquillamente in seconda e in terza fila, non è piaciuta molto. Nonostante l'indole del messinese tipo, quando si parla di apertura al traffico in via dei Mille o a Piazza Cairoli, si scatena sempre  la bufera. “L'isola pedonale non si tocca” è il leit motiv. Almeno in quest'angolo, anzi in questa rotonda, rivendichiamo un sano senso civico. E' un giallo il meccanismo che regola queste reazioni. Così come è un giallo il fatto che della decisione dell'amministrazione comunale di riaprire al traffico piazza Cairoli, il dirigente alla viabilità Mario Pizzino non ne sappia nulla. Ma c'è di più. L'atto che dispone la revoca dell'isola pedonale nel cuore della città dovrà passare al vaglio anzi al varco, del Consiglio comunale così come il Piano generale del Traffico Urbano. E saranno dolori.

La giunta dopo aver ricevuto questa mattina il centinaio di firme da commercianti dell'associazione "Messina Incentro" della piazza, di viale San Martino, via dei Mille e via Tommaso Cannizzaro ha detto sì al ritorno dei mezzi a piazza Cairoli dal lunedì al venerdì e sino a fine settembre in via sperimentale. Ma è un sì molto condizionato. In testa perché la delibera di giunta dovrà essere votata dalla maggioranza del Consiglio e dopo TaoArte e ispettori ambientali della differenziata la linea non è quella di seguire le volontà del sindaco De Luca. Poi c'è il passaggio tecnico dell'atto che dovrà essere elaborato dal dirigente alla Viabilità Mario Pizzino che interpellato dichiara di non sapere nulla al momento e che nessuno della giunta lo ha contattato per iniziare il lavoro sulla delibera.

“Non siamo contrari alle aree pedonali- sostiene Lino Santoro Amante, presidente di “Messina Incentro - ma contrarissimi alle strade chiuse. Il commercio ha bisogno di respiro e per questo chiediamo la riapertura della strada con istituzione dell’area pedonale in occasione dei fine settimana e dei festivi. Siamo disposti a collaborare con l’amministrazione per lo studio di una moderna e funzionale Isole pedonale a piazza Cairoli”. La strada per loro appare molto in salita a Palazzo Zanca nonostante a capo ci sia De Luca. 

Si parla di
Sullo stesso argomento

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Auto a Piazza Cairoli, sì della giunta ma il Consiglio è in assetto di guerra

MessinaToday è in caricamento