Politica

Messina fuori da “Le Vie dei tesori”, La Tona: “Una beffa, ci spieghino cosa è accaduto”

Il presidente convoca in V Commissione consiliare dopo le proteste di molti docenti. “Sulle ragioni informazioni contrastati, cercheremo di capire se è possibile scongiurare l'esclusione”

Piero La Tona

Messina esclusa da “Le vie dei tesori”, l’iniziativa che coinvolge tutta la Sicilia nella valorizzazione, promozione, diffusione del patrimonio culturale dell’Isola.

Vuole vederci chiaro il capogruppo di Sicilia Futura al Comune di Messina, Piero La Tona che ha convocato per mercoledì prossimo, 19 maggio alle 9.30 in quinta commissione, tutti i soggetti coinvolti per comprendere le ragioni dell’esclusione dall’importante circuito.

Una esclusione considerata “l’ennesima beffa alla città dello Stretto” che ha scatenato la protesta di molti docenti.

“L’iniziativa Le vie dei tesori – ha evidenziato il professore Piero La Tona nella qualità di Consigliere del Comune di Messina e presidente della V commissione - è stata presentata alla Borsa Internazionale del Turismo. Negli anni passati e fino all’anno scorso - ha proseguito La Tona - Messina è sempre stata inserita nell’iniziativa, vedendo il coinvolgimento di molte scuole e associazioni culturali oltre alla partecipazione di tantissimi visitatori che hanno potuto così godere dei beni culturali della nostra città. Gli studenti messinesi hanno fatto da guida turistica, acquisendo anche esperienza in alternanza scuola lavoro”.

Adesso, come un fulmine a ciel sereno, l’esclusione di Messina dal circuito ha suscitato la protesta di molti docenti. “Le informazioni ufficiose sono contrastanti - ha sottolineato l’esponente di Sicilia Futura - gli organizzatori sostengono di aver invitato il Comune di Messina e di non aver ricevuto risposte. Di contro l’assessore alla Cultura, Enzo Caruso, sostiene di aver ricevuto l’invito e di aver dato la disponibilità ma di non essere stato mai ricontattato. Intanto a perdere su tutti i fronti – ha concluso La Tona – è Messina e per questo motivo ho deciso di invitare i soggetti in campo alla prossima seduta della V Commissione “Scuola, Cultura, Sport e Turismo”, per capire cosa sia successo e se è ancora possibile scongiurare questa esclusione che penalizzerebbe la città dello Stretto, i suoi beni culturali e tutti i partecipanti all’iniziativa che negli ultimi anni hanno aderito con entusiasmo, contribuendo a conoscere e far conoscere il patrimonio storico architettonico della  Porta della Sicilia”.

Alla riunione sono invitati l’assessore Enzo Caruso, la presidente della Fondazione “Le Vie dei Tesori”, Laura Anello e Marco Grassi, referente “Le Vie dei tesori” Messina.

Si parla di
Sullo stesso argomento

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Messina fuori da “Le Vie dei tesori”, La Tona: “Una beffa, ci spieghino cosa è accaduto”

MessinaToday è in caricamento