menu camera rotate-device rotate-mobile facebook telegram twitter whatsapp apple googleplay

'Piove' dentro al museo, 5 Stelle: "Fatto gravissimo, beni abbandonati senza un assessore"

I deputati Antonio De Luca e Valentina Zafarana annunciano un'interrogazione all'Ars. Nei giorni scorsi ha piovuto dentro la struttura mettendo a rischio il patrimonio culturale al suo interno

Nei giorni scorsi si sono verificate alcune infiltrazioni d'acqua all'interno del museo regionale.

Sul pavimento si sono formate addirittura delle pozzanghere a pochi metri dai capolavori artistici custoditi nella struttura di viale della Libertà, inaugurata in via definitiva soltanto due anni fa. Una problematica già nota all'amministrazione che ha già chiesto maggiori finanziamenti alla Regione per evitare ulteriori problemi.

Sulla vicenda, intanto, interviene duramente il Movimento 5 Stelle. “Siamo disgustati - precisano i deputati Antonio De Luca e Valentina Zafarana -  nel vedere capolavori d’inestimabile valore a mollo, ma non meravigliati dell’accaduto, perché si tratta dell’ennesimo disastro annunciato".

I due esponenti annunciano la volontà di affrontare la tematica direttamente all'Ars con un'interrogazione che verrà presentata domani.

“Il fatto è gravissimo e chiama direttamente in causa il presidente della Regione - aggiungono i deputati - che da una parte esalta la storia e l’arte della nostra splendida terra, dall’altra non ha ancora ritenuto necessario nominare un assessore regionale che si occupi proprio dei beni culturali. Messina, il cui museo merita molta più attenzione, rappresenta solo la punta di un iceberg. Il mondo dei beni culturali in Sicilia è un settore abbandonato a se stesso. Il governo parla, ma non c’è visione, pianificazione, né capacità di intervento, sia per la valorizzazione delle risorse culturali che per la dovuta cura dei luoghi. Questo perché, innanzitutto, manca l’assessore, che faccia da soggetto di riferimento certo e inequivocabile per l’intero settore e motore di ogni azione. Musumeci lo nomini subito, o dovrà continuare a rispondere degli eventuali danni ai beni custoditi nei musei e nei tanti siti di interesse in Sicilia”.  

Argomenti
Condividi
In Evidenza
Ultime di Oggi
Potrebbe interessarti
In primo piano
Torna su

Canali

MessinaToday è in caricamento