rotate-mobile
Giovedì, 2 Dicembre 2021
Politica

Scontro De Luca-Consiglio, Cardile: "Reazione del sindaco esagerata, superati i limiti"

L'intervento del presidente del consiglio comunale dopo la bagarre tra il primo cittadino e alcuni esponenti dell'Aula. L'invito ad abbassare i toni. "Nessuno ha speculato sulle problematiche del sindaco"

La querelle che vede protagonisti alcuni consiglieri Pd e il sindaco Cateno De Luca, attaccato per la sua lunga assenza dalla città, continua ad animare il dibattito politico. Dopo le pesanti invettive del primo cittadino contro i rappresentanti Dem, tramite un video diffuso su Facebook e la provocazione del capogruppo di Sicilia Futura Pietro La Tona che ha chiesto la sfiducia o le dimissioni in massa dall'Aula, il presidente del consiglio comunale Claudio Cardile prova a placare gli animi.

Cardile interviene e stigmatizza la reazione sopra le righe del sindaco sottolineando che nessun esponente politico ha voluto speculare sulle condizioni di salute del padre, motivo che tiene lontano da oltre un mese De Luca dalla città. 

“I toni e gli scontri che scaturiscono dalla prolungata assenza del Sindaco di Messina da Palazzo Zanca – scrive in una nota Cardile – hanno superato i limiti del confronto istituzionale tra amministrazione e consiglio comunale. Non possono essere consentiti attacchi personali ai consiglieri comunali, i quali legittimamente esercitano le loro funzioni. Le discussioni devono rimanere sempre nell’alveo di un equilibrato e civile dibattito politico. Quando questo non avviene e si colpiscono in maniera diretta le persone nella loro vita privata o professionale si scende ad un livello che questa presidenza non può accettare e consentire. È indubbio che nessuno ha voluto speculare sulle problematiche familiari del Sindaco, conseguentemente appare evidente che la reazione dello stesso è stata oltremodo esagerata superando i limiti di un confronto politico che, pur aspro e conflittuale, mai deve sfociare nel dileggio di chi legittimamente può avere opinioni diverse. La città di Messina, come tutto il Paese, sta attraversando un periodo di grande difficoltà nel fronteggiare le pesanti conseguenze economiche e sociali della crisi epidemiologica da Covid-19. Non possiamo – conclude il documento – permetterci alcuna distrazione e dobbiamo, tutti insieme, abbassare i toni della dialettica politica e dedicare ogni nostro sforzo a dare risposta allo stato di necessità e bisogno in cui versa la nostra comunità".

Sullo stesso argomento

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Scontro De Luca-Consiglio, Cardile: "Reazione del sindaco esagerata, superati i limiti"

MessinaToday è in caricamento