Venerdì, 24 Settembre 2021
Politica

Sul custode dell'ex Gil nuovo "scontro" tra De Luca e i sindacati

Cgil e Uil si scagliano contro il sindaco per l'annunciato licenziamento del dipendente che ieri aveva tentato di lanciarsi dalla terrazza

E' sull'annunciato licenziamento del custode del campo di atletica ex Gil il nuovo botta e risposta tra Cgil e Uil e il sindaco De Luca.  “Adesso basta. La nuova sceneggiata del sindaco De Luca, novello caudillo ed antistorico sceriffo proveniente da Fiumedinisi, riguardante il bizzarro licenziamento del custode dell’ex Gil deciso via social, rappresenta l’ennesima gravissima provocazione che evidenzia l’assoluta mancanza del rispetto delle basilari norme giuslavoristiche vigenti nel nostro Paese” - dicono Giovanni Mastroeni, segretario generale Cgil Messina, e Ivan Tripodi, segretario generale Uil Messina.

“E’ lapalissiano rammentare al sindaco di Messina che qualsiasi tipo di eventuale sanzione o provvedimento disciplinare nei confronti dei lavoratori passa da un iter caratterizzato da precise norme sancite dalle leggi dello Stato e dai contratti collettivi. Pertanto, esporre gratuitamente alla pubblica lapidazione i dipendenti comunali, come sta avvenendo nel caso del custode dell’ex Gil, evidenzia i pesantissimi e pericolosi limiti del sindaco di Messina” hanno proseguito i due sindacalisti. “A scanso di equivoci o di eventuali sterili strumentalizzazioni, siamo i primi a condannare abusi o malversazioni e di conseguenza non difenderemo mai comportamenti illeciti, ma, al tempo stesso, tenuto conto che viviamo in uno Stato di diritto, riteniamo imprescindibile il ferreo rispetto delle regole".

Il sindaco ha replicato sulla pagina social: "Sono sempre i soliti baroni che in questi anni non hanno visto i bilanci falsi di Atm, i bilanci altrettanto falsi di Amam, le porcherie di Messina Ambiente ora Messina Servizi, il ladrocinio nei servizi sociali con gente buttata fuori per fare spazio ad amici e parenti dei poteri forti, i milioni di euro del bilancio comunale suddivisi per progetti obiettivo e per fondini contrattuali illeciti, sono sempre quelli che hanno fatto la guerra per il Salva Messina ed ora continuano in questa solitaria crociata, io ho chiesto per iscritto al Segretario/ Direttore Generale di avviare le procedure di licenziamento di questo signore fermo restando il rispetto delle norme che prevede un iter ben preciso.

Si parla di
Sullo stesso argomento

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Sul custode dell'ex Gil nuovo "scontro" tra De Luca e i sindacati

MessinaToday è in caricamento