Eventi artistici e culturali, M5Stelle: “Dipendenti comunali trasferiti, il segretario generale faccia chiarezza”

La consigliera comunale chiede la presenza in VIII Commissione di Rossana Carrubba e cita il caso emblematico di Enrica Carnazza, spostata all’anagrafe di quartiere dopo oltre 20 anni in prima linea per la crescita culturale

“Un progressivo e inequivocabile impoverimento artistico e culturale della città, a fronte di una programmazione pressoché inesistente e scelte piuttosto controverse. I risultati sono gli occhi di tutti, fra sagre improvvisate, concerti neomelodici ed eventi di dubbio gusto e valore”.

E' l'accusa della consigliera comunale del M5s Cristina Cannistrà che chiede la presenza in VIII Commissione del segretario generale Rossana Carrubba per far luce su “incomprensibili trasferimenti”.

Devi disattivare ad-block per riprodurre il video.
Play
Replay
Play Replay Pausa
Disattiva audio Disattiva audio Disattiva audio Attiva audio
Indietro di 10 secondi
Avanti di 10 secondi
Spot
Attiva schermo intero Disattiva schermo intero
Skip
Il video non può essere riprodotto: riprova più tardi.
Attendi solo un istante...
Forse potrebbe interessarti...

Cannistrà cita lo spostamento all’anagrafe di quartiere della responsabile dell’Ufficio Film Commission e del Gai (Giovani Artisti Italiani) Enrica Carnazza, professionista da vent’anni in prima linea per la crescita culturale di Messina. Basti pensare al progetto Distrart, a Gemine Muse e alle numerose altre iniziative che nel corso del tempo hanno regalato arte e bellezza alla città, valorizzando per di più il lavoro e la competenza dei giovani artisti locali”.

Numerosi i quesiti posti dalla consigliera, che si interroga sulle ripercussioni degli spostamenti nei vari dipartimenti e sulla possibilità degli stessi di poter erogare i servizi di pertinenza: «Alla luce del nuovo funzionigramma voluto dall’Amministrazione e dei vari trasferimenti in atto – commenta – è doveroso capire il perché di queste scelte e come influiranno sul raggiungimento degli obiettivi gestionali per il 2020. In particolare, è necessario appurare se il numero dei dipendenti “in uscita” corrisponda a quelli “in entrata”, se siano state tenute in conto le categorie contrattuali - ma anche le esperienze e competenze individuali, come nel caso di Enrica Carnazza – e se i cambiamenti previsti non determinino uno squilibrio tra il personale in carico e i servizi da svolgere».

Argomenti che saranno affrontati in aula nel corso della VIII Commissione in un confronto con il segretario generale, la cui presenza è stata sollecitata dall’esponente del M5s per far chiarezza sulle modalità e i criteri adottati per il nuovo organigramma.

In Evidenza

Potrebbe interessarti

I più letti della settimana

  • Cade da cavallo e sbatte la testa, 18enne in gravissime condizioni

  • Brigata Aosta nello sconforto per la morte di Filippo Fontana, indagini a tutto campo a Capo d'Orlando

  • Rissa tra ragazzine a Villa Dante, due ferite: quattro pattuglie dei vigili per calmare gli animi

  • La nuova Maserati Corse parla messinese, nel team di progettazione due ex studenti UniMe

  • Ucciso a Los Angeles il regista Serraino, “Un amore spropositato per Messina che non gli ha mai tributato nulla”

  • Tragedia sfiorata in via Jaci, soccorso un uomo che ha tentato il suicidio

Torna su
Devi disattivare ad-block per riprodurre il video.
Play
Replay
Play Replay Pausa
Disattiva audio Disattiva audio Disattiva audio Attiva audio
Indietro di 10 secondi
Avanti di 10 secondi
Spot
Attiva schermo intero Disattiva schermo intero
Skip
Il video non può essere riprodotto: riprova più tardi.
Attendi solo un istante...
Forse potrebbe interessarti...
MessinaToday è in caricamento