rotate-mobile
Politica

Ponte e visioni opposte, per Floridia: "Messinesi all'oscuro di tutto" mentre Siracusano ringrazia Salvini

In antitesi i commenti delle due esponenti di 5 Stelle e Forza Italia sulla grande opera

Il ponte che divide. Continua l'antitesi tra maggioranza e opposizione sulla grande opera che garantirà l'attraversamento stabile dello Stretto, tra incognite e speranze. Da una lato la preoccupazione della senatrice 5 Stelle Barbara Floridia, dall'altro l'ottimismo della deputata di Forza Italia Matilde Siracusano.

“Da messinese - ha detto Floridia a La 7 -  sono preoccupata, perché 250 mila persone non sanno cosa accadrà tra 2-3 mesi nella loro città. Ci sono famiglie, con cui ho parlato, che tra qualche mese dovranno lasciare casa propria e non sanno dove dovranno andare. Poi i numeri del ministro Salvini sballano continuamente: i lavoratori prima sono 120 mila, poi 10 mila, non c’è nessuna chiarezza. Abbiamo aspettato anni, e non si capisce il perché di questa corsa lasciando le persone all’oscuro di tutto. Nessuno, al contrario di quanto dice l’onorevole Siracusano, ha fatto terrorismo sugli espropri. Il governo ha corso contro il tempo, e ancora non ci ha detto questo ponte a chi e a cosa serve visto che gran parte delle merci viaggiano via mare. Ho incontrato molti cittadini della mia città che abitano nelle loro case da vent’anni e non sanno esattamente se dovranno lasciare casa propria, se arriveranno le ruspe, se saranno costretti ad andare a vivere da un’altra parte. Moltissimi anni fa, ai tempi di Berlusconi, queste persone vissero già con quest’ansia. Addirittura arrivarono le ruspe per dei carotaggi, e ci furono dei danni che le famiglie interessate ripararono di tasca propria. Questi cittadini non sanno nulla di cosa accadrà loro tra quattro mesi, e rischiano di essere praticamente evacuate. Avevamo chiesto il coinvolgimento delle Città Metropolitane, ma niente, sono state escluse”.

Ribatte Matilde Siracusano sostenendo che la sinistra vuole fermare progresso con denunce. “Da messinese ringrazio il ministro Matteo Salvini che sta credendo fermamente nella realizzazione del Ponte sullo Stretto. Abbiamo accelerato, adesso abbiamo un progetto definitivo già approvato e presto inizieranno i lavori. Il Ponte sullo Stretto di Messina non serve solo alla Sicilia o alla Calabria ma all’Italia intera. Siamo la piattaforma dell’Europa sul Mediterraneo, un’area geopolitica che sta diventando sempre più strategica per gli scambi commerciali e per l’economia. Se vogliamo cogliere tutte le opportunità che potranno avere i nostri territori dobbiamo realizzare le infrastrutture indispensabili per far correre le merci da Palermo fino al Nord Europa con l’alta velocità ferroviaria e con tempi certi. La sinistra vuole fermare il progresso con le denunce, noi lavoriamo per far crescere il Sud e il Paese intero”.

Si parla di

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Ponte e visioni opposte, per Floridia: "Messinesi all'oscuro di tutto" mentre Siracusano ringrazia Salvini

MessinaToday è in caricamento