rotate-mobile
Giovedì, 7 Luglio 2022
Politica

Si è presentato Messinerà, gruppo di giovani che vuole pensare al futuro

La conferenza stampa alla libreria Feltrinelli: “La classe politica messinese è anti-giovanile, impegnata da sempre a salvare le proprie poltrone”

“Ci vogliamo sporcare le mani, di scendere in campo, pensando che solo chi ha il futuro in mano, può dare vere e concrete prospettive di futuro a Messina, liberandoci dal fumo negli occhi e dalle promesse da campagna elettorale, già pronte a non essere rispettate”. A dirlo, durante la conferenza stampa di presentazione, sono i giovani di Messinerà. Sono quei giovani che hanno deciso di rimanere a vivere nella nostra città ma che si trovano costretti a vivere da esclusi da uno spazio cittadino che non pensa a loro. “La movida serale diventa la tossica mala-movida, i centri culturali e di aggregazione sono destinati solo agli anziani e mai a noi giovani. Siamo ritenuti “troppo giovani” per partecipare alle scelte amministrative, in una città che ha fatto del “qui è stato sempre così” l’unico credo politico possibile”.

Si sentono succubi delle politiche lavorative: “Viviamo di occupazione in nero, viviamo di salari sottopagati, viviamo di sfruttamento oltre l’orario di lavoro, viviamo di lavoro senza essere pagati perché i soldi non ci sono, viviamo di stage non retribuiti, viviamo grazie alla costante assistenza delle nostre famiglie”. 

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Si è presentato Messinerà, gruppo di giovani che vuole pensare al futuro

MessinaToday è in caricamento