rotate-mobile
Domenica, 2 Ottobre 2022
Politica

"Ho liberato Gela da Crocetta, libererò Messina da De Luca", Di Paola al vetriolo contro l'ex sindaco

Il candidato presidente dei Cinquestelle accanto ai messinesi in corsa per un seggio all'Ars ha definito l'avversario di Sicilia Vera "Croteno" parlando di sondaggi farlocchi e di prospettive molto positive per i pentastellati

Si è svolta questa mattina, nella sede del comitato elettorale di via Cesare Battisti, la presentazione dei candidati messinesi del M5S alle elezioni regionali del 25 settembre. Presente anche Nuccio Di Paola, candidato alla Presidenza, che anticipa la presenza di Giuseppe Conte in Sicilia nei prossimi giorni.

“La lista del M5s in Sicilia è al 25%, a pochi punti percentuali da Schifani. Siamo il primo partito in Sicilia e continuiamo a crescere, in regione così come nel resto d’Italia. Questi sono i veri dati, non quelli dei sondaggi farlocchi”, esordisce Di Paola, che prende di mira “Croteno”, proponendo una similitudine fra Cateno De Luca e Rosario Crocetta: “Ho liberato Gela dall’ex presidente della Regione, ora libererò Messina dal suo ex sindaco, che nel 2017 ha sostenuto concretamente Musumeci durante la campagna elettorale, mentre adesso racconta tutt’altro”.

Punto focale del suo intervento è la sanità siciliana, che il M5s intende rivoluzionare: “Bisogna buttare fuori la politica dalle Asp. Ad oggi ci sono 27 nomine politiche. Noi faremo un’unica azienda sanitaria, separeremo la gestione della medicina territoriale da quella ospedaliera”.

Ad intervenire sulla sanità è anche Antonio De Luca, deputato regionale uscente. Quindi gli interventi degli altri candidati: Antonella Papiro, deputata uscente alla Camera; Cristina Cannistrà, ex capogruppo in consiglio comunale a Messina, Vera Giorgianni, avvocata e ambientalista di Barcellona Pozzo di Gotto; Riccardo Zingone odontoiatra dei Nebrodi; Lillo Valvieri, parrucchiere messinese.

“Siamo gli unici che parliamo di argomenti concreti e non di seggi. Viviamo un momento storico cruciale per tutta la Regione e il nostro obiettivo primario è quello di stare vicini alla gente, mettendo in campo la competenza dei portavoce uscenti e l’entusiasmo dei nuovi arrivati. I cittadini non sono interessati ai giochi di poltrone ma vogliono risposte concrete sui problemi di tutti i giorni, come ad esempio il caro bollette, la situazione disastrosa delle autostrade siciliane o il reddito di cittadinanza, che deve essere mantenuto ad ogni costo”, spiegano i candidati.

Fra i gli altri temi affrontati anche il potenziamento del trasporto ferroviario, la tutela del mare, il randagismo, l’ambiente, l’integrazione socio-sanitaria, la valorizzazione turistica del territorio e il contrasto allo spopolamento delle aree interne.


 

Si parla di
Sullo stesso argomento

In Evidenza

Potrebbe interessarti

"Ho liberato Gela da Crocetta, libererò Messina da De Luca", Di Paola al vetriolo contro l'ex sindaco

MessinaToday è in caricamento