Politica

Alt della Corte dei Conti di Roma alla parifica del Rendiconto 2019 della Sicilia

Accolto il ricorso del procuratore generale siciliano Pino Zingale. Il parlamentare regionale del M5S Sunseri contro il governo e il presidente Micciché: "Sono degli incapaci". L'assessore Armao: "Le leggi sono leggi, non sono intaccate dalla magistratura contabile"

La Corte dei Conti di Roma ha bocciato la parifica del Rendiconto 2019 della Regione siciliana, avallato dalla magistratura contabile della Sicilia. Sono stati accolti, infatti, i rilievi del ricorso presentato dal procuratore generale siciliano Pino Zingale. In seguito alla sentenza, la Regione dovrebbe aumentare lo stanziamento per il fondo crediti di dubbia esigibilità dai quasi 35 milioni di euro a 43,5 milioni. Inoltre, per la Corte dei Conti nazionale sussiste una questione di legittimità costituzione sulla norma di una Finanziaria regionale, quella del 2016, con cui la Regione starebbe pagando la rata annuale da 128 milioni di euro di un mutuo a copertura dei debiti delle Asp con somme del Fondo sanitario nazionale.

"Cosa accadrà ora? - si chiede Luigi Sunseri, parlamentare regionale pentastellato - Il rendiconto 2019 va corretto immediatamente e poi, se la Corte costituzionale accoglierà la questione di legittimità costituzionale, occorrerà coprire con fondi regionali il mutuo che, fino ad ora, veniva pagato con i fondi della sanità. Un buco enorme"

Il documento contabile successivo alla parifica del Rendiconto 2019, approvato in giunta il 7 settembre scorso, era stato trasmesso subito alla commissione Bilancio Ars e, in seguito, l'Aula lo ha approvato immediatamente, così da rendere disponibili i fondi per il bilancio consolidato della Regione e la legge di Stabilità.

"Avevo chiesto a Miccichè, Armao e Musumeci di non dare seguito all’approvazione del documento contabile. Ed invece lo hanno fatto, con il voto contrario del Movimento 5 Stelle Sicilia", dice il deputato del M5s. Proprio a Sunseri e ad Antonello Cracolici (Pd) che avevano sollevato perplessità sull'approvazione della legge e sull'opportunità di "aprire un conflitto istituzionale", il presidente dell'Ars Gianfranco Micciché aveva risposto: "Le decisioni della magistratura contabile non influiscono sui lavori parlamentari".

"L’approvazione del rendiconto regionale, nelle more della decisione sul ricorso proposto dalla Procura, è stata una mossa sbagliata- chiosa adesso Sunseri -. Ora va rivisto il bilancio del rendiconto della Regione, con tutte le negative conseguenze che ne deriveranno per i siciliani. Adesso, purtroppo, a pagarne le conseguenze è la Sicilia. Sono degli incapaci. E dobbiamo liberarcene il prima possibile, per il bene della nostra Terra".

Non appare però preoccupato l'assessore all'Economia Gaetano Armao che a PalermoToday dice: "Nessuna conseguenza per i fondi della Sicilia. Le leggi sono leggi e solo la Corte Costituzionale può intervenire su di esse".

Ma dall'opposizione il Pd tuona: "Il presidente Musumeci e l’assessore Armao hanno il dovere di illustrare in aula come intendono agire di fronte allo stop della parifica del bilancio 2019. Ormai abbiamo perso il conto degli errori contabili ed amministrarvi di questo governo regionale - dice Giuseppe Lupo, capogruppo all'Ars -. Purtroppo il prezzo che i siciliani saranno costretti a pagare per i pasticci di Musumeci sarà altissimo". E Cracolici conclude: "Lo avevo detto che saremmo andati a sbattere, ma il punto è che a forza di sbattere la faccia contro il muro a farsi male è la faccia, non il muro".

"Arroganza e sicumera del governo Musumeci sono un pericolo per la Sicilia - commentano Claudio Fava e Valentina Palmeri - . Avevamo chiesto di non procedere al voto parlamentare sull’approvazione del rendiconto 2019 e di attendere il giudizio della Corte dei Conti. Il governo regionale ha, invece, scelto la prova di forza. Da cui oggi miseramente esce sconfitto, aumentando preoccupazioni e paura per lo stato finanziario del bilancio regionale. La sensazione è di avere al timone della Regione una squadra improvvisata, pasticciona e presuntuosa”.

Fonte: Palermotoday.it

Si parla di
Sullo stesso argomento

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Alt della Corte dei Conti di Roma alla parifica del Rendiconto 2019 della Sicilia

MessinaToday è in caricamento