rotate-mobile
Domenica, 4 Dicembre 2022
Politica

Rifiuti, De Luca dichiara guerra a Schifani: "Costi triplicati, ora porteremo la spazzatura a Palazzo d'Orleans"

Il leader di Sicilia Vera annuncia il "Munnizza Day". L'attacco alla gestione Musumeci che investe anche il neo presidente: "Oggi in Sicilia operativi solo 3 impianti per 390 comuni, a venti giorni dalle elezioni tutto è fermo"

Si chiama "Munnizza day" l'iniziativa lanciata dal leader di “Sicilia Vera” e “Sud chiama Nord” Cateno De Luca che verrà illustrata alla stampa martedì 18 ottobre alle ore 10:30 nel corso di una conferenza che si svolgerà presso la Sala Pio La Torre di Palazzo dei Normanni.

"Tutti i comuni sono stati presi in giro da Nello Musumeci nella gestione dei rifiuti", è l'attacco. "I costi sono triplicati perchè il governo Musumeci non ha fatto nulla favorendo la soliuta gestione. Aveva promesso ai sindaci 50milioni di euro da inserire nel bilancio 2022 per contribuire a quelle che sono i costi del trasporto fuori dalla Sicilia causati dall'omissione stessa del suo governo".

Oggi la protesta investe anche il neo presidente. A cui promette: "Porteremo la munnizza a Palazzo d'Orleans"

"A venti giorni dalle elezioni che hanno consegnato alla Sicilia Renato Schifani come presidente tutto è fermo - spiega Cateno De Luca - L'attività amministrativa bloccata. Chi sta amministrando? La scelta di Schifani di colmare il vuoto in attesa di nominare la giunta affidando la gestione al burocrate è inaccettabile. Tra le emergenze che dovrebbero essere affrontate con urgenza quella legata ai rifiuti, dove tra l'altro non c'è nemmeno un capo di gabinetto che gestisca il transitorio. Il sistema è saltato ma Schifani perde tempo a decidere come spartire le poltrone del suo governo. Siamo di fronte al disastro. Oggi in Sicilia sono operativi solo 3 impianti per 390 comuni, la discarica del Gruppo Catanzaro a Siculiana, la struttura Oikos a Motta Sant'Anastasia (che tra l'altro accetta i rifiuti per inviarli ad altri impianti o all'estero) e Bellolampo (in via di saturazione). Tutti i comuni sono in affanno".

Il leader di Sicilia Vera punta l'attenzione sui costi sono diventati insostenibili. "Negli anni abbiamo assistito ad aumenti spropositati. Solo un esempio per i comuni della Sicilia Orientale. Costo discarica 2019: € 110 (Lentini), Costo discarica 2021: € 240 (da Lentini verdi Gela-Siculiana), Costo discarica 2022: € 300 (Estero), Costo discarica 2022: € 340 (Estero)".

"Di fronte a tutto questo assistere all'immobilismo di Renato Schifani è inammissibile. Non resteremo a guardare senza agire. Se è necessaria un'azione forte per destare dal torpore il presidente la metteremo in atto", conclude.

Sullo stesso argomento

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Rifiuti, De Luca dichiara guerra a Schifani: "Costi triplicati, ora porteremo la spazzatura a Palazzo d'Orleans"

MessinaToday è in caricamento