rotate-mobile
Domenica, 19 Maggio 2024
Politica

Risanamento, Siracusano: "Bene la nomina di Scurria, ma adesso vanno sbloccati i fondi"

Il pressing sul governo della deputata di Forza Italia. A disposizione i 100 milioni sbloccati dalla legge Carfagna

Dopo la nomina del sub-commissario Marcello Scurria, il risanamento deve passare alla fase due. Per farlo è indispensabile utilizzare immediatamente i fondi già stanziati dal precedente governo con dalla "legge Carfagna". A riguardo è forte il pressing della deputata di Forza Italia Matilde Siracusano che in una nota chiede la messa a terra dei 100 milioni di euro disponibili.

“Il governo nazionale, un anno e mezzo fa, ci ha messo a disposizione, grazie al cosiddetto emendamento Carfagna, ben 100 milioni di euro per il risanamento delle baraccopoli e delle zone più disagiate di Messina. Bene, io penso che debba essere la politica a farsi carico della messa a terra di queste risorse. Questa mia convinzione non delegittima affatto il ruolo che i tecnici hanno avuto in questi anni, ma in questa fase la plancia di comando deve essere ben riconoscibile. Avere un commissario ‘politico’, che conosce bene la realtà siciliana e che dialoga costantemente con l’esecutivo nazionale potrà essere un valore aggiunto nella risoluzione di tanti problemi”.

“Ho ringraziato in più d’una occasione il prefetto di Messina, Cosima Di Stani, per il lavoro svolto in questi mesi nella qualità di commissario, e per aver portato avanti - con sacrificio, professionalità e senso dello Stato - le opere di demolizione e di messa in sicurezza delle baracche presenti in città: realtà indegne per un Paese civile, con tetti in eternit e fogne a cielo aperto.

Ma il prefetto è il rappresentate dello Stato nel territorio, ed ha già tanti delicati dossier da seguire”. “Il presidente della Sicilia, Renato Schifani, è la più alta carica della Regione. Volendo dare il ruolo di commissario ad una figura politica abbiamo deciso di affidarlo alla personalità che meglio di altre può rappresentare le esigenze del territorio, tanto nella città quanto - soprattutto - ai tavoli nazionali, nei quali conta più che in altri consessi il peso specifico della istituzione che si rappresenta”.

“Per rendere più agevole il compito del presidente Schifani è stato quasi naturale affiancare al ruolo di commissario quello di un sub commissario tecnico. Marcello Scurria ha guidato per quasi quattro anni l’Arisme, l’Agenzia del Comune che si occupa di risanamento e riqualificazione territoriale e urbanistica, e conosce alla perfezione la realtà peloritana. In questi anni è stato di grande supporto tanto agli amministratori locali quanto ai rappresentanti messinesi nelle istituzioni nazionali. La persona giusta al posto giusto”, sottolinea Siracusano.

Si parla di

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Risanamento, Siracusano: "Bene la nomina di Scurria, ma adesso vanno sbloccati i fondi"

MessinaToday è in caricamento